“Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui sollevato perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti e io non dissi niente perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me e non c’era rimasto nessuno a protestare”. (Bertolt Brecht)

domenica 6 giugno 2010

ARMANDO SPATARO_ intercettazioni e riforma del processo penale

Intercettazioni: Spataro, Limiti temporali? Irragionevole.

Più grave del lodo Alfano, più pericoloso del processo breve
è la proposta governativa di riforma del processo penale

Gli obiettivi del governo:
superare i termini per la prescrizione del reato e controllare il giudice



Questa settimana è il magistrato Armando Spataro, Procuratore della Repubblica aggiunto presso il tribunale di Milano, l’ospite di Lucia Annunziata.

Un "passo irragionevole"_Intervistato da Lucia Annunziata a "In mezz'ora", Armando Spataro, procuratore aggiunto a Milano, boccia le ultime, possibili modifiche al ddl intercettazioni in materia di limiti temporali. "Attualmente - spiega Spataro - il sistema prevede che ogni indagine penale abbia una durata massima, sei mesi, un anno, a seconda della gravita', prorogabile motivatamente dal giudice su istanza del pm: all'interno di questo periodo si possono usare tutti gli strumenti di indagine, anche le intercettazioni, per la durata dell'indagine. Nel testo approvato alla Camera tutto viene ridotto, per le intercettazioni, a due mesi, cui si e' aggiunto un periodo di due settimane, fino a 75 giorni: vorrei capire perche', ad esempio, al settantesimo giorno, se ho una notizia che riguarda un reato da commettere oppure un'indagine importante devo interrompere l'intercettazione..." "Per far fronte a questa obiezione - continua - ora salta fuori questa proposta per cui, dopo 75 giorni, sarebbe possibile prorogare per successivi periodi di 48 ore: io provo a chiedere a tutti, ma vi rendete conto che cosa significherebbe ogni 48 ore andare a chiedere a un giudice un'ulteriore proroga, portando carte, motivandola: significherebbe essere immobilizzati davanti a un computer, se c'e' e se funziona...". "Vorrei - lamenta il procuratore - che si spiegasse perche' si dice che la sicurezza e' il cuore della politica governativa per quel che riguarda i cittadini e si poi depotenzia lo strumento che la persegue e la assicura, cioe' le intercettazioni". Depotenziamento che riguarda non solo "le attivita' di contrasto contro i crimini meno gravi", perche' "anche quelli di mafia e terrorismo rimarrebbero pregiudicati".
Ma ancora più interessante è la descrizione che Spataro fa del disegno di legge del ministro Alfano sulla riforma del processo penale.
Un'iniziativa che è passata in secondo piano, oscurata dalla bocciatura del lodo e dalla presentazione del processo breve, ma che è persino più grave.
Con questo progetto di riforma il governo intende consentire l'ammissione di un numero illimitato di testimoni, senza alcuna valutazione di opportinità da parte del giudice. Una norma che sembra scritta appositamente per far scadere i termini della prescrizione.
Non solo. Con questa iniziativa il governo prevede che non possano essere utilizzate le sentenze pronunciate in altri processi. Tutto dovrà essere trattato nuovamente. E anche qui i tempi si allungheranno inevitabilmente.
Infine, il governo vuole sganciare il pm dalla polizia giudiziaria. All'attuale rapporto di collaborazione verrà sostituito da "concorrenza e controllo reciproco". Ma chi ha scritto questa frase, è sbottato Spataro. In pratica, il magistrato sarà "controllato" dalla polizia giudiziaria.

QUESTO E' IL PAESE DOVE SE PASSI CON IL ROSSO SEI UNO SFIGATO,SE SEI UN CORROTTO,UN LADRO "lobbysta",UN ASSASSINO SEI UN PERSEGUITATO!!!
LA CASTA FA LE LEGGI PER PROTEGGERE SE STESSA!
DEI CITTADINI SI E' COMPLETAMENTE DIMENTICATA.. COSTORO SERVONO SOLO PER FARE I SACRIFICI E COPRIRE I BUCHI DEI LORO LADROCINI!

1 commento:

Niente Barriere ha detto...

Ho la certezza che l'Italia non fallirà mai perché sarà sempre più il crocevia di personaggi ambigui, e ne arriveranno sempre di più dall'estero, i quali solo in italia si potranno permettere di fare impunemente quello.. che vogliono! ...ai danni dei poveri normali cittadini.
Alcune persone hanno coniato per l'Italia il termine Primo Stato Canaglia d'Europa .. beh non posso che condividere.

Miryam per quanto riguarda il post su Trvemonti hai il permesso (ma non dovevi chiedermelo mica) di fare quello che più ti piace, più siamo a combattere questa battaglia meglio è!!! Ha detto delle cose di una violenza inammissibile, inaccettabile!

un caro saluto :)

"L'uomo è uomo quando non è testardo. Quando capisce che deve fare marcia indietro e la fa. Quando riconosce un errore commesso, se ne assume le responsabilità, paga le conseguenze e chiede scusa. Quando riconosce la superiorità di un altro uomo e glielo dice. Quando amministra e valorizza nella stessa misura tanto il suo coraggio quanto la sua paura." (da "Il Sindaco del Rione Sanità" Eduardo De Filippo)

Un pò di cambiamenti

Curando un altro blog di politica "La sinistra che Vogliamo " insieme ad un gruppo di amici blogger,questo blog è in effetti una "fotocopia" dell'altro.Per tale motivo ho deciso di apportare alcuni cambiamenti soprattutto nei contenuti.
La politica analizzata criticamente,secondo il mio punto di vista, sarà sempre presente ma,accanto ad essa cercherò di discutere anche di altre tematiche che riguarderanno la società e l'individuo,il pensiero speculativo antico e moderno,i problemi del nostro tempo che possono anche travalicare il campo della politica come "fatto" in se.
Spero di essere compresa da chi mi legge
B L O G I N
R I S T R U T T U R A Z I O N E

VASCO ROSSI _BASTA POCO_