“Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui sollevato perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti e io non dissi niente perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me e non c’era rimasto nessuno a protestare”. (Bertolt Brecht)

sabato 4 settembre 2010

A.A.A. Cercasi cameriera ...

Vuoi fare la cameriera? Basta sfilare in bikini: la più bella avrà il posto di lavoro al bar
Il concorso di bellezza è riservato alle aspiranti cameriere di un locale di Tezze sul Brenta. Le ragazze verranno giudicate dai titolari e dai sei clienti più affezionati


VICENZA, 3 settembre 2010 - E' pur vero che un bell'aspetto aiuta, nella vita, ma nella società dell'immagine non era ancora successo, a nostra memoria, che per avere un posto di lavoro le aspiranti debbano salire su una passerella. E invece è proprio quello che succederà a Tezze sul Brenta, in provincia di Vicenza, dove il premio di un concorso di bellezza sarà il posto da cameriera in un bar.
L'ideona è venuta ai titolari, padre e figlio, del "Tnt", convinti che una bella cameriera può far guadagnare clienti all’esercizio. Le aspiranti si presenteranno domani sulla passerella di "Miss Tnt Pub", riporta il Corriere del Veneto, e verranno giudicate da una giuria composta dai sei clienti più affezionati del bar e dal proprietario.
Finora si conta una decina di aspiranti miss-cameriera, tutte tra i 18 e i 30 anni - come da regolamento - e tutte residenti nel bassanese. Sono previste sfilate in abito elegante, in tenuta da lavoro e dulcis in fundo in costume da bagno. In più devono cercare di superare alcune prove pratiche."L’idea e’ stata apprezzata - spiega Aurelio Zarpellon 49 anni, uno dei titolari - e non e’ detto che possiamo riproprorla tra sei mesi".

OK! RAGAZZI, ABBIAMO TOCCATO IL FONDO,COMINCIAMO A...SCAVARE(J.Belushi)


Lavoro: concorso per ‘Miss cameriera’, la CGIL Veneto chiede sospensione
Alla vincitrice un posto di lavoro in un bar del vicentino. Questa la nuova, trovata di questi tempi bui e contro la quale si è schierata con forza la CGIL del Veneto. Il sindacato chiede al comune di Tezze sul Brenta, lì dove si trova il bar in questione, di bloccare l'iniziativa “perché celebra in un rito da osteria, la svalorizzazione delle persone e del lavoro i cui segnali stanno emergendo sempre più' frequenti nelle nostre comunità e perché toglie dignità alle donne che per soddisfare l'aspirazione ad un lavoro devono passare per la mercificazione del proprio corpo”. La CGIL chiede il blocco del concorso anche “perché il lavoro è cosa nobile e deve vedere prima di tutto premiate le professionalità e le competenze, anche di una ragazza che serve al bar”. Secondo la CGIL veneta esistono le condizioni perché il Comune possa minacciare il ritiro della licenza. Un secondo appello il sindacato lo rivolge alle donne impegnate nella politica, nelle organizzazioni e nelle istituzioni affinché venga bloccata questa iniziativa che, “oltre ad essere umiliante e lesiva della dignità delle donne, va anche contro le regole antidiscriminatorie nell'accesso al lavoro”.

13 commenti:

Niente Barriere ha detto...

Scusa ma non riesco a commentare, sono rimasto senza parole :O :(

un saluto festoso :)

stella ha detto...

Effettivamente Miryam...senza parole...

logos nella nebbia ha detto...

E se poi qualcuna di loro si convertisse all'Islam?

giovannifrancescosagredo ha detto...

Non capisco, nel rapporto con il pubblico la bellezza non e' un valore aggiunto che merita di essere preso in considerazione? Perche' la CGIL adesso non fa casino con Miss Italia e tutti i concorsi di bellezza? Anche per fare TV e cinema la bellezza non e' necessaria, si puo' recitare lo stesso. Mi pare che la CGIL si stia coprendo di ridicolo con queste censure. Il commento sull'Islam, poi, da' un'idea di quale confusione regni, senza dover scomodare Gaber (destra e sinistra).

Miryam ha detto...

@giovannifrancescosagredo
E'evidente che abbiamo concetti e approcci diversi, dalla considerazione del lavoro a quello della dignità.
Un posto di cameriera,come qualsiasi altro lavoro,non è un concorso di bellezza.Il paragonecon miss Italia ed affini è fuori luogo.
La CGIL difende le categorie dei lavoratori secondole norme vigenti,quando nel C.C. o in un apposito D.Lsg saràintrodotta la bellezza quale criterio per accedere al mercato del lavoro,allora non cisarà nulla da obiettare.
Le donne sono delle persone portatricidi dignità innanzitutto e poi di professionalità.
La bellezza non può,ancora oggi,diventare un criterio oggettivo di selezione per il lavoro sui generis.
Il commento sull'islam voleva solo essere una battuta ironica...in parallelo con la mercificazione della donna effettuata con l'ultima visita del beduino libico.
Grazie cmq del commento.

Miryam ha detto...

X Raimondo,Stella e Lorenzo

Condividolo"sbigottimento"...e l'ironia.
Purtroppo losdoganamento della donna oggetto e "protetta" dalpapi di turno sta avendo delle conseguenze gravi alivellodi diritti,dignità e pari opportunità.
Resistere,resistere,resistere.
Ciao a tutti!

logos nella nebbia ha detto...

Grazie Miryam, la tua risposta al commento è pressochè perfetta. E' ovvio che mi riferivo alla visita del beduino con tanto di " prostrazione" da parte del nostro capo del governo e regalia di 150 ragazza messe in vetrina.
La bellezza non è un valore aggiunto delle persone ma un giudizio soggettivo quindi di parte, non applicabile, per principio all'analisi dei criteri oggettivi quale è la scelta di una persona con delle professionalità.
E' fuori dubbio che una persona gradevole esteticamente abbia poi più chances per quei lavori che hanno poi un contatto con il publico,questo non dobbiamo nasconderlo, ma non deve MAI essere oggetto di sminuimento della dignità umana e, soprattutto, i criteri e i sistemi di scelta devono dare a tutti la possibilità di dimostrare quanto si sappia fare non quanto si sappia apparire.
Lorenzo

giovannifrancescosagredo ha detto...

La professionalita' e' pure un giudizio soggettivo ed il paragone con miss Italia e' perfetto e, di fatto, non avete il coraggio di prendervela con il cuore del sistema in quanto fareste ovviamente una figura ancora piu' ridicola. Preferite quindi accanirvi su briciole di consenso miope. Ripeto, non si capisce perche' per mettersi dei vestiti addosso o recitare al cinema si debba essere oggettivamente belli o perche' Fidia, Mirone o Michelangelo non ci abbiano lasciato degli sgorbi o perche' tutti vogliano vedere i bronzi di Riace o perche' le ragazze (ragazze!) agli stand della fiera dell'auto abbiano tutte certi canoni. Provate a prendervela con le agenzie che le assumono. Quella battuta del velo e gheddafi non l'ho capita e, secondo me, non l'avete capita neanche voi che l'avete fatta. Comunque, lo squallido di quella proposta del barista non era tanto il metodo di scelta (giura che non c'era la proposta bikini) quanto il fatto dichiarato che dopo 6 mesi avrebbe rifatto tutto. Per il resto, questione bellezza, i sindacati hanno sbagliato tutto (opinione personale, naturalmente).

Anonimo ha detto...

ma sempre dal veneto arrivano queste scempiaggini.... ripeto miriam..... sempre più miseria.... tomas

Anonimo ha detto...

salve amici Io goduto questo lavoro qui si sta facendo un grande lavoro anche vedere il mio la mia pagina a http://www.titanpokerbonus150gratispno.pokersemdeposito.com/ circa di Poker Videos e esprimere le vostre opinioni!
scusa mio cattivo italiano
ciau

riri ha detto...

Ciao, ti ho trovata girovagando per il web ed eccomi.
La notizia è raccapricciante e nauseante, ci vorrebbe un sindacato forte che non permettesse ed osteggiasse queste "iniziative" poco nobili.
Un cordiale saluto, verrò a guardare gli altri tuoi blog:-)
Sono una napoletana ubicata a Torino da 40 anni.

Adriano Smaldone ha detto...

unacameriera cosi l'asumrei fita nturaldurane)

Anonimo ha detto...

Admissible, they bounds to be taught that filing lawsuits is not the avenue to supervise piracy. Adequately than, it's to dinghy something most skilled than piracy. Like calmness of use. It's indubitably a serendipity easier to spew in gauge down the secure wrong iTunes than to search the Internet with imperil of malware and then crappy attribute, but if people are expected to compensate as a prescription owing loads and lacuna seeing that ages, it's not affluent to work. They no more than be subjected to a low-lying on every so often old-fashioned anterior to people beget software and Plexus sites that vocal be a success it ridiculously unhurried to infringer, and up the quality. If that happens, then there purpose be no stopping piracy. But they're too painstaking and horrified of losing. Risks suffer with to be bewitched!

Carl

"L'uomo è uomo quando non è testardo. Quando capisce che deve fare marcia indietro e la fa. Quando riconosce un errore commesso, se ne assume le responsabilità, paga le conseguenze e chiede scusa. Quando riconosce la superiorità di un altro uomo e glielo dice. Quando amministra e valorizza nella stessa misura tanto il suo coraggio quanto la sua paura." (da "Il Sindaco del Rione Sanità" Eduardo De Filippo)

Un pò di cambiamenti

Curando un altro blog di politica "La sinistra che Vogliamo " insieme ad un gruppo di amici blogger,questo blog è in effetti una "fotocopia" dell'altro.Per tale motivo ho deciso di apportare alcuni cambiamenti soprattutto nei contenuti.
La politica analizzata criticamente,secondo il mio punto di vista, sarà sempre presente ma,accanto ad essa cercherò di discutere anche di altre tematiche che riguarderanno la società e l'individuo,il pensiero speculativo antico e moderno,i problemi del nostro tempo che possono anche travalicare il campo della politica come "fatto" in se.
Spero di essere compresa da chi mi legge
B L O G I N
R I S T R U T T U R A Z I O N E

VASCO ROSSI _BASTA POCO_