“Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui sollevato perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti e io non dissi niente perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me e non c’era rimasto nessuno a protestare”. (Bertolt Brecht)

domenica 4 aprile 2010

Buona Pasqua


Sul Web ho trovato questa bellissima composizione di auguri e di speranza:

Auguri a tutti gli uomini e a tutte le donne.

Auguri ai padri e alle madri che sperano e si impegnano con grande dedizione a rendere roseo il futuro dei loro figli.

Auguri alle famiglie e auguri a chi purtroppo è o si sente solo.

Auguri agli operai, ai commercianti, agli artigiani, agli imprenditori, ai liberi professionisti, agli studenti e a tutti i lavoratori che ogni giorno svolgono la propria attività che rende migliore il nostro Paese,

Auguri a coloro che al momento non hanno un lavoro, auguri a coloro che temono di non averlo più e a coloro che da tempo lo cercano,

Auguri a tutti quelli che temono il momento di crisi ma che si rimboccano le maniche affinché questa resti solo un vecchio ricordo,

Auguri ai pensionati che rimpiangono i loro tempi, Auguri ai giovani che credono (forse) nel futuro, Auguri ai bambini che trasmettono serenità, Auguri ai neonati che profumano di speranza,

Auguri a quelli che da generazioni vivono in questo territorio e a coloro che hanno iniziato da poco a conoscerlo e ad amarlo,

Auguri ai conformisti che credono che il futuro sia nel rispetto delle vecchie, sagge regole e Auguri agli anticonformisti che credono che il futuro sia nell’ innovazione,

Auguri a coloro che con coraggio lottano per gli ideali religiosi, politici e morali al fine di realizzare un territorio ,uno stato un mondo migliore.

Buona Pasqua a Tutti voi dell'IDV che ogni giorno, con tenacia, perseveranza, umiltà, dedizione, dolore, gioia, amore e saggezza, lavorate alla costruzione di un futuro aperto al sorriso della speranza di una Nazione Migliore.

Aggiungo di mio altri auguri che ritengo fondamentali:

Auguri ai terremotati dell'Aquila che si impegnano a ricostruire la loro terra, che non vogliono una Aquila fantasma, che vogliono, finalmente, attenzione, verità e giustizia.

Auguri agli immigrati regolari e non che si impegnano nel nostro paese a svolgere lavori umili ed anche mal retribuiti, lavori a cui i nostri connazionali non sono più interessati

Auguri a tutti i precari e a coloro che avevano contratto un mutuo e che si trovano in difficoltà, affinchè possano presto ritrovare la giusta serenità.

Auguri a tutti i giovani che si impegnano in politica e nel sociale, auguri affinchè possiate far trionfare le vostre idee e apportare una ventata di brezza leggera, pulita e libera in questo Paese alla deriva.

Auguri a tutti i bambini del mondo, specie agli orfani e agli sfruttati, a quelli che soffrono la fame e a tutti i piccoli che hanno bisogno d'amore, auguri pargoletti dal più profondo del mio cuore, affinchè questo mondo crudele, abitato da alcuni adulti altrettanto crudeli, la smetta di agire contro l'infanzia e dia la giusta importanza alla vostra creatività, al vostro sviluppo, al vostro pensiero.

AUGURI A TUTTI
SERENITA',PACE,SALUTE E AMORE!

6 commenti:

stella ha detto...

Mi associo ai tuoi auguri, Miryam.

GIALLOSANMARINO ha detto...

Auguri!!!!

Adriano Smaldone ha detto...

auguri di buone fate feste

Niente Barriere ha detto...

Splendidi e condivido i tuoi auguri 365 giorni l'anno .. :) Tanti Auguri Miryam anche se in ritardo :)

Miryam ha detto...

Grazie a tutti.
Auguri per tutto quello che desiderate,e che sia Pasqua in ogni momento della vita!
BACI!

upupa ha detto...

Pasqua è ormai passata...ma non è mai troppo tardi per augurare tutto il bene del mondo ad ognuno di noi....

"L'uomo è uomo quando non è testardo. Quando capisce che deve fare marcia indietro e la fa. Quando riconosce un errore commesso, se ne assume le responsabilità, paga le conseguenze e chiede scusa. Quando riconosce la superiorità di un altro uomo e glielo dice. Quando amministra e valorizza nella stessa misura tanto il suo coraggio quanto la sua paura." (da "Il Sindaco del Rione Sanità" Eduardo De Filippo)

Un pò di cambiamenti

Curando un altro blog di politica "La sinistra che Vogliamo " insieme ad un gruppo di amici blogger,questo blog è in effetti una "fotocopia" dell'altro.Per tale motivo ho deciso di apportare alcuni cambiamenti soprattutto nei contenuti.
La politica analizzata criticamente,secondo il mio punto di vista, sarà sempre presente ma,accanto ad essa cercherò di discutere anche di altre tematiche che riguarderanno la società e l'individuo,il pensiero speculativo antico e moderno,i problemi del nostro tempo che possono anche travalicare il campo della politica come "fatto" in se.
Spero di essere compresa da chi mi legge
B L O G I N
R I S T R U T T U R A Z I O N E

VASCO ROSSI _BASTA POCO_