“Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui sollevato perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti e io non dissi niente perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me e non c’era rimasto nessuno a protestare”. (Bertolt Brecht)

domenica 25 aprile 2010

W IL 25 APRILE. LA RESISTENZA:LA NOSTRA LIBERTA'


« Una mattina mi son svegliato, o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao! Una mattina mi son svegliato e ho trovato l'invasor. O partigiano, portami via, o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao! O partigiano, portami via, ché mi sento di morir. E se io muoio da partigiano, o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao! E se io muoio da partigiano, tu mi devi seppellir. E seppellire (Mi porterai) lassù in (sulla) montagna, o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao! E seppellire (Mi porterai) lassù in (sulla) montagna sotto l'ombra di un bel fior. E (Tutte) le genti che passeranno o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao! E (Tutte) le genti che passeranno Mi diranno «Che bel fior!» «È questo il fiore del partigiano», o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao! «È questo il fiore del partigiano morto per la libertà!» »

W I NOSTRI PARTIGIANI
IN QUESTO POST NON VOGLIO METTERE NESSUNA FOTO DEL PREMIER, LUI NON C-ENTRA CON LA RESISTENZA, NE CON IL 25 APRILE.
Il premier Silvio Berlusconi, che solitamente ha sempre ben evitato la storica ricorrenza della liberazione, per non farsi confondere con qualche comunista. Ma non solo. Il premier ha addirittura annunciato come riporta il sito del governo che domenica 25 aprile verra' trasmesso a reti unificate un suo messaggio. Cosa avrà da dire in questa importante occasione storica non è dato a sapersi. Ma questa personale iniziativa è del tutto inusuale nella storia della nostra Repubblica e sicuramente fuori luogo, visto che molti dei suoi alleati negano palesemente il ruolo dell'antifascismo e della Resistenza nella Liberazione dell'Italia dal nazifascismo. Inoltre questa improvvisa decisione senza pudore la dice lunga sul potere mediatico a uso e consumo del Cavaliere.
"Speriamo che chieda scusa per tutte le volte che ha insultato i partigiani e la resistenza " ha commentato la notizia Giuseppe Giulietti, di Articolo 21.
CHE C'ENTRA LUI CON LA RESISTENZA?
Lui che ha avuto l'ardire di pronunciare queste frasi:
Berlusconi: "Il fascismo in Italia non è mai stato una dottrina criminale. Ci furono le leggi razziali, orribili, ma perché si voleva vincere la guerra con Hitler.

"Berlusconi sul fascismo: "era una dittatura molto più...benigna..Mussolini non ha mai ammazzato nessuno, Mussolini mandava la gente a fare vacanza al confino".

RITIRI QUESTE ESPRESSIONI VOMITEVOLI,CHIEDA SCUSA AI PARTIGIANI E AGLI ITALIANI CHE AMANO IL 25 APRILE,RISPETTI LA COSTITUZIONE E TUTTI I SUOI ARTICOLI, e poi si unisca a tutti quanti hanno nel cuore la nostra storia
ITALIA ....UNITA ...IO CI CREDO ANCORA

4 commenti:

stella ha detto...

W i nostri partigiani!

GIALLOSANMARINO ha detto...

Buona libertà a tutti!!!!sempre resistere!!!!_Mary

Adriano Smaldone ha detto...

buon 25 aprile anche a te.Ma noi siamo totalmente liberi???

Miryam ha detto...

Grazie a tutti.
Scusatemi per il ritardo nel rispondervi,ho avuto degli impegni.
W La LIBERAZIONE
W LA LIBERTA'
RESISTERE,RESISTERE,RESISTERE....
SEMPRE!

"L'uomo è uomo quando non è testardo. Quando capisce che deve fare marcia indietro e la fa. Quando riconosce un errore commesso, se ne assume le responsabilità, paga le conseguenze e chiede scusa. Quando riconosce la superiorità di un altro uomo e glielo dice. Quando amministra e valorizza nella stessa misura tanto il suo coraggio quanto la sua paura." (da "Il Sindaco del Rione Sanità" Eduardo De Filippo)

Un pò di cambiamenti

Curando un altro blog di politica "La sinistra che Vogliamo " insieme ad un gruppo di amici blogger,questo blog è in effetti una "fotocopia" dell'altro.Per tale motivo ho deciso di apportare alcuni cambiamenti soprattutto nei contenuti.
La politica analizzata criticamente,secondo il mio punto di vista, sarà sempre presente ma,accanto ad essa cercherò di discutere anche di altre tematiche che riguarderanno la società e l'individuo,il pensiero speculativo antico e moderno,i problemi del nostro tempo che possono anche travalicare il campo della politica come "fatto" in se.
Spero di essere compresa da chi mi legge
B L O G I N
R I S T R U T T U R A Z I O N E

VASCO ROSSI _BASTA POCO_