“Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui sollevato perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti e io non dissi niente perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me e non c’era rimasto nessuno a protestare”. (Bertolt Brecht)

lunedì 2 maggio 2011

NON C' E' I MAGGIO senza BELLA CIAO



Bella Ciao ! Da sempre il canto che unisce al grido di LIBERTA'.
Oggi più che mai non solo dobbiamo continuare a GRIDARE ma dobbiamo GRIDARE DIFENDENDO i DIRITTI... calpestati, derisi, CANCELLATI.
Ma non è continuando a "frignare" a lamentare, a denunciare che risolviamo i problemi.
Il tempo delle denunce, delle sorprese , delle arrabbiature non paga più, sembra finito.
Io credo che l' origine di tutte le negatività che affliggono il mondo del lavoro vadano cercate all'interno del mondo lavorativo stesso.
Tutti o quasi accettano i ricatti, tutti o quasi si piegano. Certo il periodo è tragico, non si può rifiutare un giorno di lavoro.
Ma non erano tragici i giorni del dopoguerra? Non sono stati tragici i periodi degli anni 60 e 70?
Eppure allora c'è stato un forte braccio di ferro per la dignità della persona e del suo lavoro.
Oggi invece si chiede( sarebbe più corretto dire si ordina) ad un lavoratore di LAVORARE il 1° maggio per l'intera giornata perchè il principale ha deciso di tenere il negozio aperto giacchè l'economia non gira se si tiene chiuso l'esercizio per quel giorno.
E il lavoratore non fa una piega. SI RENDE SUBITO DISPONIBILE. Perchè?
Perche se non lo fa rischia poi di essere licenziato alla prima occasione ... tanto il datore di lavoro non faticherà granchè a trovare un sostituto .
La legge non tutela più come avveniva fino a pochi anni fa. La miriade di contratti atipici ha ucciso oltre il lavoro, la dignità e tutta l'essenza della persona.
Ascoltate queste parole, per me, pienamente condivisibili.

Adriano Sofri, Il valore del Primo maggio

E, ironicamente, c'è anche dell'altro... non meno trascurabile.


Questo purtroppo è la cultura che si sta diffondendo. E quel che è peggio è che questa mentalità viene avallata, propagandata e diffusa a piene mani da una parte delle istituzioni.
Si fa carriera politica, televisiva e spettacolo in genere, ma anche negli uffici, nelle università , nelle aziende ... con armi a dir poco superficiali o meglio trasversali dal fisico prorompente alla disponibilità. Merito e meritocrazia non contano quasi più.
Certamente non è sempre così e non tutte le donne di bella presenza sono in vendita.
Ma il "seme" è stato gettato ...
Io spero tanto di esagerare e di sbagliare...
Ma questo clima che si sta creando, non mi piace per niente

4 commenti:

Niente Barriere ha detto...

Anche a me questo clima non piace per niente.
Se continua cosi il prossimo concerto del 1 maggio lo presenterà Marchionne con Tvremonti a fare da valletta

valerio ha detto...

Si con questo post hai spiegato benissimo il momento .....

Pino Amoruso ha detto...

D'accordo con te.
Un caro saluto :-)

Anonimo ha detto...

sac longchamp pliage Making us feel so good on our feet. karen millen sale uk

"L'uomo è uomo quando non è testardo. Quando capisce che deve fare marcia indietro e la fa. Quando riconosce un errore commesso, se ne assume le responsabilità, paga le conseguenze e chiede scusa. Quando riconosce la superiorità di un altro uomo e glielo dice. Quando amministra e valorizza nella stessa misura tanto il suo coraggio quanto la sua paura." (da "Il Sindaco del Rione Sanità" Eduardo De Filippo)

Un pò di cambiamenti

Curando un altro blog di politica "La sinistra che Vogliamo " insieme ad un gruppo di amici blogger,questo blog è in effetti una "fotocopia" dell'altro.Per tale motivo ho deciso di apportare alcuni cambiamenti soprattutto nei contenuti.
La politica analizzata criticamente,secondo il mio punto di vista, sarà sempre presente ma,accanto ad essa cercherò di discutere anche di altre tematiche che riguarderanno la società e l'individuo,il pensiero speculativo antico e moderno,i problemi del nostro tempo che possono anche travalicare il campo della politica come "fatto" in se.
Spero di essere compresa da chi mi legge
B L O G I N
R I S T R U T T U R A Z I O N E

VASCO ROSSI _BASTA POCO_