“Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui sollevato perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti e io non dissi niente perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me e non c’era rimasto nessuno a protestare”. (Bertolt Brecht)

domenica 4 ottobre 2009

E questi dovrebbero difendere gli interessi degli italiani onesti?Andate a lavorare, l'agricoltura ha bisogno di braccia.


Lo scudo fiscale è legge dello Stato. Il provvedimento approvatodalla Camera e firmato da Giorgio Napolitano ha in buona sostanza attivato un ombrello per i reati tributari e societari come il falso in bilancio. Tra le misure del provvedimento anche le correzioni sulla Corte dei Conti, la restituzione a Stefania Prestigiacomo delle sue competenze in materia di energia e le modifiche alle disposizioni sulla nomina del commissario straordinario per il Ponte sullo Stretto di Messina.

Ecco chi non ha votato - Nell'elenco dei deputati che non hanno partecipato al voto sullo scudo fiscale figurano 23 deputati del Pd: Ileana Argentin, Paola Binetti, Gino Bucchino, Angelo Capodicasa, Enzo Carra, Lucia Codurelli, Furio Colombo, Sergio D'Antoni, Stefano Esposito, Giuseppe Fioroni, Antonio Gaglione, Dario Ginefra, Oriano Giovanelli, Gero Grassi, Antonio La Forgia, Linda Lanzillotta, Marianna Madia, Angela Mastromauro, Giovanna Melandri, Lapo Pistelli, Massimo Pompili, Fabio Porta, Giacomo Portas. Nell'Udc sono sei gli assenti: Francesco Bosi, Amedeo Ciccanti, Giuseppe Drago, Mauro Libè, Michele Pisacane e Salvatore Ruggeri. Unico assente dell'Idv Salvatore Aurelio Misiti. Non hanno partecipato al voto neanche tre (su otto componenti) del Movimento per l'Autonomia. Solo due sono stati gli astenuti: Paolo Guzzanti e Giorgio La Malfa, ex Pdl ora iscritti al gruppo Misto.


L'operazione scudo fiscale è partita il 15 settembre scorso ed ecco come si è concretizzato in seguito alle correzioni volute dal governo.


Salvacondotto - Il rimpatrio o la regolarizzazione si perfezionano con il pagamento dell'imposta e non possono in ogni caso costituire elemento utilizzabile a sfavore del contribuente, in ogni sede amministrativa o giudiziaria, civile, amministrativa ovvero tributaria, in via autonoma o addizionale.


Falso in bilancio - Chi deciderà di aderire allo scudo fiscale pagando l'imposta prevista del 5% sulle somme che verranno rimpatriate vedrà estinti gli effetti penali per una serie di reati tributari, tra cui il reato di falso in bilancio, quando questi siano stati commessi per eseguire o occultare reati tributari. Tra questi ci sono: la dichiarazione fraudolenta, l'infedele dichiarazione, l'omessa dichiarazione, l'occultamento o la distruzione di documenti contabili, la falsità materiale connessa da privati, la falsità ideologica commessa da privati in atto pubblico, la falsità in notificazioni in scrittura privata, l'uso di atto falso, la soppressione di istruzione o occultamento di atti veri.


Niente scudo per procedimenti in corso - Chi ha procedimenti in corso alla data del 15 settembre 2009 non potrà beneficiare degli effetti dello scudo. La data del 15 settembre è stata indicata dall'Agenzia delle Entrate.Segnalazione antiriciclaggio - Nel testo approvato si legge che intermediari e professionisti non sono tenuti a segnalare ai fini antiriciclaggio le operazioni sospette. Per il governo tuttavia l'obbligo di segnalazione resta nel caso in cui gli intermediari sappiano, sospettino o abbiano motivi ragionevoli per ritenere che le attività oggetto delle medesime procedure siano frutto di reati diversi da quelli per i quali si determina la causa di non punibilità.


Tempi più brevi - Si riduce da sette a tre mesi (il time out è fissato al 15 dicembre 2009 e non più al 15 aprile 2010) la finestra per poter fare domanda di rimpatrio o regolarizzazione delle somme detenute all'estero. Obiettivo del governo è quello di anticipare gli incassi al 2009.


Imprese estere - Anche per le imprese estere controllate ovvero collegate in Paesi che consentono un adeguato scambio di informazioni possono fare rimpatrio o regolarizzazione. In tal caso gli effetti si producono in capo ai partecipanti nei limiti degli importi delle attività rimpatriate ovvero regolarizzate.


Corte dei Conti - Parziale marcia indietro sulle norme contenute nel dl anticrisi. Rispetto ai paletti all'azione dei magistrati contabili, non si interviene più sul danno erariale, mentre per quanto riguarda il danno d'immagine si può contestare solo a chi ha subito una condanna penale definitiva e il pm contabile può agire solo in presenza di notizia di danno "specifica" e "concreta" (e non già "specifica" e "precisa" come previsto dal dl manovra), vengono fatte salve le fattispecie direttamente sanzionate dalla legge e l'esistenza della notizia di danno assume rilevanza per l'avvio dell'istruttoria. Inoltre si elimina il riferimento al fatto che l'attività del pm contabile debba essere circoscritta ai soli casi in cui il danno sia stato cagionato per dolo o colpa grave.


Ministero dell’ambiente - Viene restituito al ministero dell'Ambiente il 'concerto' (con il ministero delle Infrastrutture e della Semplificazione) sugli interventi urgenti nel settore della produzione di energia, comprese le centrali nucleari.

Ponte di Messina - Il dl anticrisi nominava commissario straordinario per la realizzazione del ponte l'amministratore delegato della società Stretto di Messina, Pietro Ciucci, con l'obiettivo di riavviare le procedure per la realizzazione dell'opera. Nel decreto approvato si conferma la scelta di un commissario ma si rinvia a un decreto la scelta del nome. Un decreto che è stato emanato ai primi di agosto e che ha conferito a Ciucci l'incarico.

notizie Tiscali
Dovreste vergognarvi davvero per il vostro comportamento che sicuramente nasconde i vostri loschi interessi. Siete voi veramente la rovina dell'Italia sigg.ri del centro sinistra .
Avete distrutto tutto ciò che c'è di morale e di giusto compreso quel grande, considerato tale da tutto il mondo, Prodi.
Toglietevi di torno, FUORI DALLE PALLE, e non discutete sulla moralità di Berlusconi perchè voi siete peggiori.
PROFONDAMENTE DELUSA DAL PD...meno L.


Da questo momento in poi mi considero un'elettrice dell'IDV e non escludo una adesione in piena regola, militanza e politica attiva.


Il CONGRESSO, il vostro congresso, mettetevelo in quel posto,sarà, come tutta o quasi, la vostra attività politica, UNA FARSA.


VERGOGNATEVI !!!!!!

11 commenti:

logos nella nebbia ha detto...

Io credevo di essere stato duro sul PD ma tu di più!
Ma ne convengo, del resto sul mio blog esprimo lo stesso malumore nei suoi confronti.
Delusione molto forte, tanto che mi ha fatto prendere la decisione, dopo 31 anni, di non iscrivermi più, anzi manderò indietro la tessera.
lO DICO CON RAMMARICO E DOLORE, io ci credevo e ho lottato per questo partito, ma ho capito che se uno vuole continuare a battersi per una società più giusta deve iscriversi all'IdV, come in effetti farò.
Lorenzo

vanda ha detto...

Ciao, ti sei incazzata vedo io li manderei nei alti forni a 1600 gradi l'agricoltore è un lavoro troppo leggero oggi ci sono troppi trattori riciao

idea ha detto...

Ciao Miryam, come ho già detto concordo in pieno. Non siamo rappresentati da chi non si assume la responsabilità di agire nel nome del bene comune. Poi vanno in televisione e accusano e predicano e bla bla bla. Questa sinistra regala davvero voti a Berlusconi.
Facciamo sentire il nostro dissenso.
Miryam

Miryam ha detto...

@ tutti
Si ragazziiiii....
Sono incazzatissima, mi sento presa in giro da chi dovrebbe rappresentarmi, rappresentarci.
Questa davvero non gliela "perdono".
La cosa poi che più mi fa incavolare è che non se ne sono fregati del giudizio della gente, del popolo della sinistra.
Cosa credono? Noi non accettiamo tutto, non scendiamo a compromessi come succede per gli elettori del pdl e della lega ...
Io critico il governo, ma sono anche critica con chi dovrebbe OPPORSI a certe nefandezze.
Magari lo scudo sarebbe passato lo stesso, in una prossima seduta, ma così no, non lo accetto. on accetto questa complicità. Non accetto una defilazione di "massa".
Due o tre assenti sono fisiologici ... ma 23 sono davvero troppi...
E' uno schiaffo agli elettori, alla società e alla democrazia.
E pensare che si intascano uno stipendio da nababbi mentre tanti italiani sono in crisi.
Le fabbriche chiudono,i capi famiglia restano senza lavoro o in cassa integrazione con il congelamento di liquidi.
Conosco almeno più di 10 persone in queste condizioni, in maniera diretta.
E questi giocano a guardie e ladri?
Ma andassero a fa ...nculo!;-(
Quando ce vò,ce vò!

stella ha detto...

Condivido ogni virgola, tesoro!!

logos nella nebbia ha detto...

Adesso ti vedo ancora più incazzata...perchè finisci i commenti con una frase in napoletano!!! hehhehehhe
Scusami ma permettimi di scherzarci sopra, del resto hai visto come la penso pure io.
Ti invito formalmente a visitare il blog di Massimo Donadi ( link sul mio blog) è molto interessante.
Io lo strappo l'ho fatto oggi.

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

Quando parlo di Opposizione assente.... pìù assente di così..... sic.

Miryam ha detto...

@ Lorenzo
Non scusarti Lorenzo e scherziamoci su... altrimenti davvero diventa più nera di quella che è la situazione .
Si , sono incazzata, mi sento presa per i fondelli.
Per dirla alla napoletana "'o pesce fete 'da capa" quando le cose non vanno bene.

@ Daniele
Opposizione assente e.. peggio ancora connivente.

Povera Italia!

@ Stella
Continuiamo a lottare.. anche se ,a volte, mi viene voglia di non interessarmi più di niente.. tant'è ...

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
"L'uomo è uomo quando non è testardo. Quando capisce che deve fare marcia indietro e la fa. Quando riconosce un errore commesso, se ne assume le responsabilità, paga le conseguenze e chiede scusa. Quando riconosce la superiorità di un altro uomo e glielo dice. Quando amministra e valorizza nella stessa misura tanto il suo coraggio quanto la sua paura." (da "Il Sindaco del Rione Sanità" Eduardo De Filippo)

Un pò di cambiamenti

Curando un altro blog di politica "La sinistra che Vogliamo " insieme ad un gruppo di amici blogger,questo blog è in effetti una "fotocopia" dell'altro.Per tale motivo ho deciso di apportare alcuni cambiamenti soprattutto nei contenuti.
La politica analizzata criticamente,secondo il mio punto di vista, sarà sempre presente ma,accanto ad essa cercherò di discutere anche di altre tematiche che riguarderanno la società e l'individuo,il pensiero speculativo antico e moderno,i problemi del nostro tempo che possono anche travalicare il campo della politica come "fatto" in se.
Spero di essere compresa da chi mi legge
B L O G I N
R I S T R U T T U R A Z I O N E

VASCO ROSSI _BASTA POCO_