“Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui sollevato perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti e io non dissi niente perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me e non c’era rimasto nessuno a protestare”. (Bertolt Brecht)

domenica 18 ottobre 2009

Emergenza sociale, economica, giuridica , in una sola parola democratica!!!Non voglio che il mio Paese sia come un Paese Sudamericano.SVEGLIAMOCI!



Non è possibile dire sempre le stesse cose. Un Paese normale non l'avrebbe permesso. Svegliamoci!

E' di questa mattina la mia conversazione con un conoscente.
Ero scesa per un caffè, sono stata chiamata.
"Signora N. mi raccomando il 25 ottobre andiamo alle primarie del P.D. , è importante, anche se poi decidesse alla prima elezione di non votare per quel partito.
L'ho guardato negli occhi ... non afferrando subito la "drammaticità" di quell'appello.
Poi ho capito al volo.
Avevo ascoltato il II editto Bulgaro del presidente del consiglio da Sofia, ma non mettendoci la dovuta riflessione.
Essendo oramai abituata alle esternazioni del "sommo",è da un pò che quando appare in TV mi risparmio la solita tiritera ..., ascolto le prime dichiarazioni poi ... cambio immediatamente canale.
E' risaputo: Berlusconi cerca lo scontro a tutti i costi .
E allora la riflessione è arrivata in quel momento, più preoccupante che mai ... molto di più di quella del dopo bocciatura lodo Alfano.
La macchina mediatica è COMPLETAMENTE a sua disposizione per incrinare totalmente la fiducia dei cittadini nelle istituzioni.
L’uomo del "popolo" non è disposto ad accettare che ci siano una serie di "pesi istituzionali" previsti dalla Carta Costituzionale, che bilancino il suo enorme potere politico e personale.
E si nasconde, come di consueto, dietro la legittimazione elettorale, facendo palesemente capire che non accetta di essere giudicato, non solo dalla magistratura, ma da chiunque si permette di esprimere il proprio disaccordo.
La stessa sfuriata di Berlusconi e dei suoi" portaborse" appena saputo della bocciatura della Consulta, non dimostra altro che il cosiddetto "Lodo" Alfano era una norma che tendeva solo ad impedire il giudizio della magistratura in merito a reati penali da lui commessi, come dimostrato, anche se non in via definitiva, dalle sentenze che hanno visto condannare i suoi collaboratori.

Berlusconi è un uomo in fuga. Sta scappando dal 1993 e sta utilizzando tutti i mezzi possibili ed oserei dire impossibili.
Da Sofia un altro duro attacco, l'ennesimo, più virulento ed intimidatorio che mai.
L’attacco vede coinvolta la stessa Rai, per la quale auspica un crollo del pagamento del canone, con le sue parole, istiga gli italiani a commettere un reato fiscale, come aveva proposto nei giorni scorsi il suo "dipendente" Vittorio Feltri dalle pagine del "Giornale di famiglia".
Berlusconi pensa di assoggettare la magistratura all'Esecutivo, non solo di puntare alla separazione delle carriere dei giudici.
I giudici sono oramai diventati la sua forma fobica più profonda.
Il suo potere economico lo induce a trasformarlo anche in potere intimidatorio.
Non possono sfuggire le immagini trasmesse dalle sue televisioni del giudice Mesiano mentre fuma una sigaretta nell’attesa del proprio turno dal barbiere, o mentre passeggia per le vie di Milano.
Il Giudice Raimondo Mesiano è stato oggetto di pedinamenti da parte dei" mastini" della combriccola. Il disegno è chiaro, anche un bambino capirebbe.
Dove sta andando il nostro Paese? E per mano di chi?
Non è più questione di destra o di sinistra .... Incombe una seria riflessione e da parte di tutti. Come si possono affidare riforme di tale portata ad un presidente del consiglio che fa quoditianamente carta straccia delle istituzioni. Lui ha in mente quei Paesi sudamericani che, sotto la scia di una pseudodemocrazia, tengono saldamente il potere nelle loro mani ... limitando di fatto la libera espressione ed impoverendo il popolo. Penso al Cile, all'Argentina, al Venezuela e via dicendo .. alla stessa Cuba.
Non è il colore politico che fa di una Nazione il proprio benessere, ma sono gli uomini che, ispirandosi falsamente a ideologie, non pensano al popolo ma solo ai loro sporchi interessi.
Riallacciandomi all'inizio di questo post ... ho capito perchè il mio conoscente mi ha raccomandato di non mancare alle primarie del PD.
Berlusconi ha dalla sua il potere mediatico ... può comprare tutto e tutti ... almeno è quello che, credo, abbia in testa.
E, nei suoi attacchi, fa sempre ricorso al popolo italiano che, secondo lui ed i suoi sondaggi, secondo me alcuni farlocchi, starebbe dalla sua parte.
Ma a ben pensare, anche qualora avesse il 35%, questo dato non rappresenterebbe la maggioranza del popolo italiano.
Ed allora, il 25 ottobre se non si verificasse una grande adesione al progetto del PD che, non dimentichiamolo è ilmaggior partito di opposizione, allora davvero il nostro Paese non avrebbe più scampo dalle mani lorde di corruzione, di potere assoluto, di padronanza e con tanta voglia di ridurre alla sottomissione "cerebrale" i cittadini in uno stato di sudditanza anche, per certi versi, inconsapevole.
So che, il PD non meriterebbe considerazione ... non sta facendo bene il ruolo che gli hanno affidato milioni di cittadini, l'opposizione che sta attuando quasi mai ci piace. Ma ci sono mille altre ragioni per non mollare.
Il momento è delicato. E il serpente è velenoso.
Lascio a chi legge una seria riflessione, nonchè una motivazione a farmi cogliere l'errore del mio ragionamento, se tale lo considerate.

Miryam


11 commenti:

stella ha detto...

Le tue argomentazioni sono più che logiche, cara Miryam.
Chi ci governa crede di essere sopra Tutti, è un momento molto delicato per noi ed io temo il peggio...

logos nella nebbia ha detto...

E' veramente triste la situazione oggi. Ogni giorno è peggio.
Chi ne sta facendo le speso sono le nostre istituzioni e le persone che le rappresentano.
Questo governo sta giocando con la Repubblica, cerca, e ci riesce, di plasmarla a suo piacimento nel silenzio totale dei cittadini.
Questo silenzio nostro è proverbiale di una mentalità tutta italiana, se non mi toccano il portafoglio tutto il resto non me ne frega niente.
A furia di vivere così noi italiani siamo diventati lo zombello del mondo. E se fino a qulche settimana fa ridevano di noi ora ci snobbano e ci criticano, anche ferocemente.
Partecipazione attiva e democratica chiedo agli italiani.
Invece di stare davanti alla Tv partecipiamo alla vita dei partiti, dei sindacati. Costruiamoci una coscienza critica.
Iniziamo a leggere, a informarci, a uscire e andare al teatro o al cinema.
Per troppi anni abbiamo delegato i politici a fare quello che volevano e noi a dormire davanti alla TV, rinunciando ad essere persone.

indierocker ha detto...

si', il ragionamento è giusto.
domenica prossima non andremo a decidere chi sara' il prossimo a farsi divorare dal caimano (perchè tanto verra' divorato, non c'è dubbio), ma andremo a far vedere che c'è qualcos'altro, qualcun altro oltre tette, culi, veline, tronisti, mariadefilippi, il tricheco guardone, tvdimerda, giornalistidimerda, giornalidimerda, nanodimerda, ballerinedimerda, nani e ballerine, nani da soli, tvdimerda (gia' detto, ma repetita iuvant), grande fratello, la fattoria, l'isola, la casa, il cesso, il lettone di putin, il bordello, bocchino (il ...politico -?), capezzolone, capezzone, bondi, lupi, bonaiuti, che dio c'aiuti, pasolini oggi si suiciderebbe, il billionaire e le billionerine (ma perche' i radicali islamici se la prendono con la caserma e non con palazzo grazioli o il billionaire?), ...insomma, tutti alle primarie!!!

Miryam ha detto...

@ Stella
Si Stella, il momento è davvero delicato .. per questo rechiamoci alle primarie , non per il PD... ma per dare un segnale.
Ciao!

Miryam ha detto...

@ Lorenzo
Ciao Lorenzo, scusami se ti rispondo con ritardo, non ci sono stata per un paio di giorni....
Anche il tuo ragionamento non fa una grinzia... sono d'accordo con te .
Per troppo tempo siamo stati nel dormiveglia mentre questi facevano solo danni su danni... da destra o pseudodestra alla sinistra.
Ora ci dobbiamo svegliare e dare un colpo ai nostri politici, devono capire che non possono fare tutto quello che gli gira per le traveggole.In questo senso era anche indirizzato il mio post.
"Armiamoci" di proteste.
La Costituzione non si tocca, o almeno non si ritocca come è nelle intenzioni del faraone, il quale crede di essere non solo il presidente del consiglio ma il padrone assoluto del nostro Paese.

Miryam ha detto...

@ indierocher
Ciao, grazie di essere passato ... visiterò presto anche il tuo blog.
Mi fa piacere che ti trovi d'accordo e concordo con quanto hai scritto.
Recandoci alle primarie non è che risolviamo granchè, è vero, ma certamente si darà un segnale e se il segnale sarà forte allora, credo che possa esserci un freno a questa deriva fascista.
Ciao, a presto!

@enio ha detto...

il Pd farà la stessa fine di rifondazione, si scioglierà come neve al sole e i suoi voti saranno dispersi in miriadi di partitelli minori.

Tua madre Ornella ha detto...

Miryam

io non la dico la mia...
sono passata solo per abbracciarti e mandarti un bacio

Ornella

stella ha detto...

Non tutti sono convinti di andare a votare, cara Miryam!

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
"L'uomo è uomo quando non è testardo. Quando capisce che deve fare marcia indietro e la fa. Quando riconosce un errore commesso, se ne assume le responsabilità, paga le conseguenze e chiede scusa. Quando riconosce la superiorità di un altro uomo e glielo dice. Quando amministra e valorizza nella stessa misura tanto il suo coraggio quanto la sua paura." (da "Il Sindaco del Rione Sanità" Eduardo De Filippo)

Un pò di cambiamenti

Curando un altro blog di politica "La sinistra che Vogliamo " insieme ad un gruppo di amici blogger,questo blog è in effetti una "fotocopia" dell'altro.Per tale motivo ho deciso di apportare alcuni cambiamenti soprattutto nei contenuti.
La politica analizzata criticamente,secondo il mio punto di vista, sarà sempre presente ma,accanto ad essa cercherò di discutere anche di altre tematiche che riguarderanno la società e l'individuo,il pensiero speculativo antico e moderno,i problemi del nostro tempo che possono anche travalicare il campo della politica come "fatto" in se.
Spero di essere compresa da chi mi legge
B L O G I N
R I S T R U T T U R A Z I O N E

VASCO ROSSI _BASTA POCO_