“Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui sollevato perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti e io non dissi niente perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me e non c’era rimasto nessuno a protestare”. (Bertolt Brecht)

domenica 11 ottobre 2009

Lodo Alfano, Lodo Schifani,... sotto scacco un Paese per i problemi privati e personali di Berlusconi


Leggo da più parti( giornali di famiglia, blog e forum dei tifosi di Berlusconi) pareri negativi sulla sentenza della Consulta e che ha tenuto sotto scacco la discussione politica degli ultimi giorni, facendo passare quasi sotto silenzio anche l'assurda tragedia siciliana , "frutto tipico" della noncuranza del territorio , degli abusi e delle clienttele , dei troppi affari loschi......
Allora vorrei cercare di analizzare brevemente una delle accuse che i berlusconiani muovono verso la sentenza e l' emerita Corte Costituzionale. Dicono i berlusconiani attraverso i media ed i loro giornali ( di famiglia eheheh) come dicevo prima che La Consulta avrebbe dato un parere diverso da quello del 2004, contraddicendo se stessa ed anche il Capo dello Stato che aveva promulgato la legge.

Non sono una giurista e non mi intendo affatto di diritto e meno che mai diritto costituzionale. si tratta esclusivamente di una mia opinione. Opinione che ho maturato leggendo gli articoli della Carta in oggetto e vari commenti ad essi. Le opinioni si formano leggendo scevri da ideologie e poi facendo sintesi proprie.
Intanto credo che si devono aspettare le motivazioni della sentenza per poi discuterne pienamente.Invece l'assalto è cominciato da subito.
In merito all'altro rigetto lodo Schifani , salta subito agli occhi che il fatto non pubblicizzato è che la Consulta attuale non è la stessa di quella dell'altro lodo, in grande maggioranza, 11 su 15, non faceva­no parte del collegio del 2004....quindi ci sono stati, evidentemente, altri giudici che hanno interpretato diversamente.
E' vero che nel precedente verdetto è scritto che il vec­chio Lodo era illegittimo «in riferimento agli articoli 3 e 24 della Costituzione», senza men­zionare il 138 che regola le riforme della Car­ta, ma subito dopo c’era un’aggiunta: «Resta assorbito ogni altro profilo di illegittimità co­stituzionale ». Il che può significare che una volta individuate le due violazioni citate pote­vano essercene anche altre, ma si decise di non entrare nel merito. Perché considerate «assorbite», appunto, dalla prima bocciatu­ra.Questo l'ho letto nelle motivazioni dell'altra sentenza. (SENTENZA LODO SCHIFANI 2004)E poi resta sempre quella dell'art.3 che è basilare per la bocciatura del lodo.
Comunque da qualunque parte la si vede e qualsiasi opinione in merito, resta il fatto che una sentenza può essere criticabile ma non si possono, secondo me, mettere sotto i piedi le nostre istituzioni più autorevoli ,come ha fatto e continua senza soluzione di continuità il signor Berlusconi .
A mia memoria mai si sono perpretati simili atti contro la Costituzione e chi è preposto a difenderne i sacrosanti principi , atti di una virulenza esagerata e che si possono considerare ampiamente vergognosi.
L' attacco poi al al Capo dello Stato è stato pretestuoso e, in un certo senso, anche vigliacco.Dalle varie bordate si capiva benissimo che si pretendeva un suo intervento sui giudici a peronare la causa del Presidente del Consiglio.Basterebbe già questa dichiarazione , anche se è stata velata, per chiedere le dimissioni da Capo del Governo. Chi occupa questo ruolo , ha giurato sulla Costituzione, non può chiedere a chi ne è il garante di peronare la sua causa e indirizzare la Suprema Corte ad emettere un parere quasi "estorto"
Insomma come una classica "raccomandazione" che Giorgio Napolitano avrebbe dovuto indirizzare almeno sui cinque giudici nominati dal Capo dello Stato.
L'attacco offensivo poi all'onorevole Rosy Bindy, durante la trasmissione Porta a Porta è stata "la ciliegina sulla torta" tra tutte le esternazioni del premier, frutto di un eccesso neuronale che un Capo di governo, veramente tale e degno di esserlo, dovrebbe saper controllare.
Controllo che dovrebbe mantenere, a maggior ragione che si tratta di suoi problemi personali , per i quali sta facendo pagare a tutto il Paese. Il governo ha lavorato 8 mesi alla stesura del lodo per salvare il premier dai processi in corso nel pieno di una crisi economica. Tra i primi atti del governo, dall'insediamento nell'aprile 2008, la legge per le immunità delle 4 cariche più alte dello Stato.
Non mi sembrato onesto e nè logico far lavorare un governo per fare una legge che, lo sapevano anche le pietre, serviva solo al premier.
Inoltre , se non ricordo male, non era compreso nel programma con cui si era presentato agli elettori. la stesura di questo lodo che di fatti sanciva la disuguaglianza davanti alla legge.
E che si smetta di dire che non ha il tempo di governare perchè si deve difendere dai processi... questo, semmai, lo sapeva già prima , sapeva che non aveva l'immunità e che aveva processi in corso . Se era convinto che gli mancava il tempo non si candidava, invece, a mio avviso, lo scopo principale è stato proprio quello ...farsi l'ennesima legge ad personam.
Ringrazio i Padri Fondatori per la magnificenza di questa nostra Carta Costituzionale, senza la quale,senza la sua forma e rigidità, non so proprio che fine avrebbe fatto questo nostro "sciagurato" Paese nelle mani di questa pseudodestra.
.Questa non è una destra, magari lo fosse come quella di alcuni paesi europei. E' mai possibile che questo Paese debba essere sottoposto a gogna mediadica per i problemi del Presidente del Consiglio e per le sue intemperanze ed esternazioni, quando invece tale ruolo dovrebbe occuparsi di ben altro oltre a quello di portare con onore e con rispetto alto il valore di una Nazione e dei suoi fondamentali organi istituzionali.






AL CONFRONTO PINOCCHIO E' UN INGENUO.
DA QUESTO VIDEO TRASPARE UN INCONTENIBILE LIVORE, UNA AUTOREFERENZIALITA' PATOLOGICA,UN DISPREZZO ASSOLUTO PER LA DEMOCRAZIA E PER LE ISTITUZIONI.

6 commenti:

logos nella nebbia ha detto...

E' allucinante questo video. Inqualsiasi altro paese democratico lo avrebbero buttato fuori a calci.
Pensa che in Inghilterra i laburisti per gli scandali dei rimbordi spesa sono ora il terzo partito dai sondaggi.
Io penso che ai più sia piaciuto essere sotto scacco di Berlusconi. Siamo una brutta razza.

vanda ha detto...

E" cattivo cattivo cattivo rancoroso ecc
Non riesco a capire come possa dire che ha il 68% di consensi

Adriano Smaldone ha detto...

loro non si arrnderanno ma noi nemmeno lo faremo!

raffaella ha detto...

ciao!
leggo con piacere un'omogeneità di pensiero nell'opinione pubblica, attraverso i blog comuni, eppure c'è ancora chi continua a pensarla diversamente...legevo giusto poco fa questo articolo :-/
http://www.loccidentale.it/articolo/storia+e+cronaca+di+un+lodo+abortito.0079504

stella ha detto...

Brava Miryam!

Pino ha detto...

Loro non si arrendono, e neanche noi!!!

"L'uomo è uomo quando non è testardo. Quando capisce che deve fare marcia indietro e la fa. Quando riconosce un errore commesso, se ne assume le responsabilità, paga le conseguenze e chiede scusa. Quando riconosce la superiorità di un altro uomo e glielo dice. Quando amministra e valorizza nella stessa misura tanto il suo coraggio quanto la sua paura." (da "Il Sindaco del Rione Sanità" Eduardo De Filippo)

Un pò di cambiamenti

Curando un altro blog di politica "La sinistra che Vogliamo " insieme ad un gruppo di amici blogger,questo blog è in effetti una "fotocopia" dell'altro.Per tale motivo ho deciso di apportare alcuni cambiamenti soprattutto nei contenuti.
La politica analizzata criticamente,secondo il mio punto di vista, sarà sempre presente ma,accanto ad essa cercherò di discutere anche di altre tematiche che riguarderanno la società e l'individuo,il pensiero speculativo antico e moderno,i problemi del nostro tempo che possono anche travalicare il campo della politica come "fatto" in se.
Spero di essere compresa da chi mi legge
B L O G I N
R I S T R U T T U R A Z I O N E

VASCO ROSSI _BASTA POCO_