“Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui sollevato perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti e io non dissi niente perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me e non c’era rimasto nessuno a protestare”. (Bertolt Brecht)

lunedì 20 ottobre 2008

FIRMA PER ROBERTO SAVIANO, aderisci all'iniziativa


FIRMA ANCHE TU,se sei contro la camorra e la mafia.
Lui è il simbolo..............l'eroe insieme a tutti coloro che combattono tutti i giorni contro il male......NON LASCIAMOLO SOLO




Firma per Roberto Saviano
Roberto Saviano è minacciato di morte dalla camorra, per aver denunciato le sue azioni criminali in un libro - "Gomorra" - tradotto e letto in tutto il mondo. E' minacciata la sua libertà, la sua autonomia di scrittore, la possibilità di incontrare la sua famiglia, di avere una vita sociale, di prendere parte alla vita pubblica, di muoversi nel suo Paese. Un giovane scrittore, colpevole di aver indagato il crimine organizzato svelando le sue tecniche e la sua struttura, è costretto a una vita clandestina, nascosta, mentre i capi della camorra dal carcere continuano a inviare messaggi di morte, intimandogli di non scrivere sul suo giornale, "Repubblica", e di tacere. Lo Stato deve fare ogni sforzo per proteggerlo e per sconfiggere la camorra. Ma il caso Saviano non è soltanto un problema di polizia. E' un problema di democrazia. La libertà nella sicurezza di Saviano riguarda noi tutti, come cittadini. Con questa firma vogliamo farcene carico, impegnando noi stessi mentre chiamiamo lo Stato alla sua responsabilità, perché è intollerabile che tutto questo possa accadere in Europa e nel 2008.
Vai alle firme

13 commenti:

Anonimo ha detto...

Ho firmato , io e tutta la mia famiglia. Grazie dell'informazione.
Ho firmato anche le altre petizioni. Sempre importanti e interessanti le tematiche affrontate.Ciao!

Mimmo ha detto...

ciao Myriam

firmato le petizione adesso sono fuori per un corso e posso collegarmi solo ora.

Per lo scambio dei link figurati e un onore per me scambiarli.

Dobbiamo scendere in piazza amica mia incazzati e prenderli a serciate tutto l'arco costituzionale per riprenderci in mano questo nostro paese.

a presto con affetto Mimmo

Pino Amoruso ha detto...

Non riesco a firmare e non ho capito perchè...Provo dopo.
;)

Miryam ha detto...

@pino
Può darsi che ad una certa ora il link per le firme viene bloccato,
Riprova con la luce del giorno.
Grazie Pino. Buonanotte.

Miryam ha detto...

@ Mimmo
Si Mimmo, ci vuole mobilitazione. Io sarò in piazza, il 25 probabilmente non posso, ma il 30 per lo sciopero generale non mi fermerà nessuno. Grazie per aver accettato lo scambio. Domani ti linko. Ciao!

Raffaella ha detto...

Ho firmato anch'io a favore di Saviano, ma il mio nome non appare sul sito di Repubblica. Riproverò più tardi. Complimenti per il blog!

Francesco Rotondi ha detto...

Ho firmato.
Non so però a quanto serva.
Ciao

Pino Amoruso ha detto...

Finalmente....firmato!!!

Miryam ha detto...

Grazie Raffaella!
I nominativi ci mettono sempre un pò di tempo per apparire negli appelli di Repubblica!
Teniamoci in contatto, appena posso verrò a farti visita.Ciao

Miryam ha detto...

Grazie Francesco per la visita e la firma.
A quanto possa servire non te lo so dire, ma io firmo tutto ciò che mi sembra utile.
Dobbiamo opporci con ogni mezzo e strumento. Ciao!

PS.Appena posso verrò a farti visita.

Niente Barriere ha detto...

Anche io ho firmato varie petizioni per Saviano,che aggiungere: una tira l'altra!!! ;)

Buona notte e sogni d'oro

ps. togli il codice di lettere che bisogna digitare dopo aver scritto il commento!!!!! (avrai più commenti e farai felici tante persone che scrivono volentieri, e poi quella cosa la non serve a niente.. ;)

Miryam ha detto...

Ciao Raimondo!
Firmiamo tutte le petizioni che ci sembrano giuste, poi speriamo servano a qualcosa.
Grazie per il consiglio di eliminare il codice, hai ragione, infatti ho seguito il tuo suggerimento.Non ti dimenticare di inserire il mio link nel tuo blog, se ti va ancora, quando hai tempo naturalmente. Ciao!

Anna ha detto...

Ciao, grazie per l'informazione che hai lasciato sul mio blog, ho appena firmato per Saviano insieme a tutta la mia famiglia. Nel nostro paese le istituzioni danno solidarietà a Saviano e poi lasciano seduto all'interno del Governo,come sottosegretario all'Economia, Nicola Cosentino, accusato da cinque pentiti tra cui Dario De Simone che racconta:""L'onorevole aveva avuto espressamente il nostro aiuto per le sue elezioni, era a disposizione per qualunque cosa noi gli avessimo potuto domandare. Se gli avessimo chiesto un certo tipo di lavoro pubblico, non esisteva che potesse rifiutarsi".
Come si può parlare di lotta alle mafie se poi le mafie di ogni tipo siedeno dentro il Governo e dentro lo stesso Parlamento.
E' una vergogna, danno solidarietà a Saviano e poi hanno questo genere di persone all'interno delle istituzioni, parlando di lotta alle mafie e poi distruggono la Giustizia.
E' una vergogna, non hanno nessuna moralità, nessun pudore e alla fine chi paga sempre è la persona onesta,quella che rispetta le regole, quella che denuncia, quella che cammina con la schiena dritta.
E mentre le mafie rimangono belle tranquille a proliferare, il povero Saviano è costretto ad una vita da galera, ad una non vita, solo per aver voluto raccontare una verità da troppo tempo tenuta nascosta a tutti, quella della Camorra.
E' una vergogna che possa accadere una cosa del genere, non è Saviano che deve andare via è la Camorra che deve andare via, sono le mafie, è la corruzione, è il malaffare che non deve più esistere.
Scusa per il mio sfogo, ogni giorno mi indigno, non riesco a non farlo è più forte di me, non voglio più stare zitta, mi voglio indignare e voglio nel mio piccolo far sapere a quante più persone possibili quello che accade realmente nel nostro paese ma è dura, la gente, anche quando viene informata, ,molte volte non vuole sapere niente, sembrano quasi rassegnati e indifferenti a quello che accade intorno a loro.
Poveri noi, povera scuola, poveri ragazzi, povera società civile, questa classe dirigente di noi e del popolo sovrano non gliene importa niente,, per loro l'unica cosa importante è riempire solo le loro tasche e quelle dei loro amici.
Per loro siamo soltanto sudditi e ai sudditi non serve andare a scuola, quello è un onore che non è riservato a noi servi, altro che cittadini, altro che popolo sovrano...
Anziché considerare la scuola una ricchezza,un investimento per il futuro senza il quale non c'è sviluppo, non c'è crescita, lo uccidono addirittura partendo dalla scuola elementare.
Ma che vergogna, in un altro paese questa classe dirigente non potrebbe nemmeno lavorare in un circo, non sarebbero degni nemmeno di fare un simile lavoro.
Adesso vi lascio, vado a sentire Annozero.
Un saluto a tutti.
Buona serata
Ciao
Anna

"L'uomo è uomo quando non è testardo. Quando capisce che deve fare marcia indietro e la fa. Quando riconosce un errore commesso, se ne assume le responsabilità, paga le conseguenze e chiede scusa. Quando riconosce la superiorità di un altro uomo e glielo dice. Quando amministra e valorizza nella stessa misura tanto il suo coraggio quanto la sua paura." (da "Il Sindaco del Rione Sanità" Eduardo De Filippo)

Un pò di cambiamenti

Curando un altro blog di politica "La sinistra che Vogliamo " insieme ad un gruppo di amici blogger,questo blog è in effetti una "fotocopia" dell'altro.Per tale motivo ho deciso di apportare alcuni cambiamenti soprattutto nei contenuti.
La politica analizzata criticamente,secondo il mio punto di vista, sarà sempre presente ma,accanto ad essa cercherò di discutere anche di altre tematiche che riguarderanno la società e l'individuo,il pensiero speculativo antico e moderno,i problemi del nostro tempo che possono anche travalicare il campo della politica come "fatto" in se.
Spero di essere compresa da chi mi legge
B L O G I N
R I S T R U T T U R A Z I O N E

VASCO ROSSI _BASTA POCO_