“Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui sollevato perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti e io non dissi niente perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me e non c’era rimasto nessuno a protestare”. (Bertolt Brecht)

mercoledì 2 luglio 2008

IL GOVERNO BERLUSCONI SI E' DIMENTICATO DELLE DONNE




"L'Ocse delinea una gravissima situazione per l'occupazione femminile in Italia, purtroppo in parte gia' nota. A fronte di queste notizie dobbiamo dire che il governo Berlusconi si e' dimenticato delle donne". Cosi' la senatrice Vittoria Franco, ministro ombra del Pd per le Pari Opportunita'. "Nessuno dei provvedimenti della manovra finanziaria contiene una sola misura per l'occupazione femminile. Anzi, tagliando fondi ai comuni, il governo ha creato le condizioni per i tagli ai servizi che gli enti locali forniscono e che sono indispensabili alle donne e alle famiglie per la conciliazione dei tempi di lavoro e di vita", sottolinea Franco ricordando che nella manovra "non c'e' niente per gli asili nido" e neppure "misure di vantaggi fiscali per le imprese che promuovono il lavoro delle donne".
La ministra Carfagna è stata catapultata alle Pari Opportunità senza un minimo di competenza,( e come potrebbe? se fino a tre o quattro anni fà faceva la velina?) così non hanno nessuna palla al piede.

E poi si deve pensare alle norme blocca-processi, il lavoro femminile non interessa a questo governo, con la concezione che ha poi delle donne il premier.... figuriamoci.
Se non ricordo male, in campagna elettorale, persino la Daniela Santachè criticò aspramente il Cavaliere su come considerasse le donne e sul come avrebbe favorito una politica di valorizzazione femminile.

Gia quando ha formato il governo, non ha mantenuto le promesse.
Aveva promesso 12 ministri di cui 4 donne (cioè un terzo di rappresentanza femminile) e invece le donne sono sì 4 ma i Ministeri sono lievitati a ben 21 (5 Ministri in meno del Governo Prodi, ridimensionamento molto deludente se si considera che il precedente Governo era formato da una coalizione di tanti partiti da accontentare e questo solo di tre, e non dimentichiamoci della forte domanda di risparmio della spesa pubblica portata avanti dalle varie denunce contro la casta degli ultimi mesi). La rappresentanza rosa è dunque di appena 19% contro il 33% promesso. E il numero dei Ministri è quasi raddoppiato rispetto a quanto annunciato.
Berlusconi ha detto che quelli con portafoglio sono 12 come aveva promesso, ma peccato che quando aveva promesso non aveva specificato e aveva fatto proprio questi numeri: 12 Ministri in tutto di cui 4 donne. Le sue solite furbate verbali.
E poi i Ministeri senza portafoglio hanno Ministri e Sottosegretari da pagare comunque con stipendi altissimi. Alla faccia del risparmio!
Ma ormai lo sappiamo, Berlusconi è un venditore e ci ha abituato alle sue trappole verbali e questa è l’ennesima dimostrazione.
La casta è sempre la casta. Diffidate gente, diffidate.
L'Italia con questo governo sta tornando indietro paurosamente, su tutti i fronti.


9 commenti:

Daniele ha detto...

I ministri sono aumentati perché dopo aver piazzato i suoi ministri ad personam senza personalitá, si é trovato con molte richieste da soddisfare dei suoi alleati.

Mi complimento per il blog che dimostra anche come in Italia le nuove tecnologie non siano solo appannaggio dei ventenni ma sanno essere capite e usate anche dalle altre generazioni, chissá dalla loro parte migliore e piú curiosa e informata, che purtroppo non é mai presente in un parlamento di ignoranti, leccaculo, mafiosi e cocainomani.

Un saluto cordiale e con molta stima!

Miryam ha detto...

Ciao Daniele
grazie per l'apprezzamento del blog, ho imparato le nuove tecnologie per esigenze di lavoro poi è diventata anche una passione anche se ho ancora molto da apprendere. Complimenti anche a te per il blog, molto, molto esaustivo, interessante e soprattutto utile, l'ho consigliato a molti amici e colleghi.
Concordo con te, il berlusca ha piazzato le sue pedine, era tutto studiato, esempio lampante il soprammobile Alfano.Speriamo in una sostenuta opposizione.
Ciao

E.P. ha detto...

Gentile Miryam, posso fare una premessa prima di commentare l'articolo? Dovrebbe cambiare quell'avatar che dice "Stop Fascism" con la svastica barrata. Scriva "Stop Nazism" visto che nazismo e fascismo non hanno nulla in comune e il metterli in comune potrebbe offendere molti, tra cui me. E' un consiglio che le do perchè non vorrei che la sua cultura potesse "inciampare" in quel lapsus.

Per l'articolo: io ho molta stima delle donne, specialmente certe donne (non tutte...) che sanno ragionare e non lasciarsi imballare il cervello dal sistema. Ma una donna non deve andare al governo perchè donna, ma perchè competente. Se non lo è deve stare a lavare i piatti e ad accudire i figli (come faceva e fa mia madre, bravissima donna ma palesemente inadeguata a far politica).

Ecco perchè sono fortemente contrario alle quote rosa in politica, nelle aziende e in ogni posto di comando. Competenza, serietà e onestà. Altrimenti a casa, uomini e donne che siano. Se non si pensa così si rischia di fare del "sessismo" al contrario, non pensa?

Miryam ha detto...

Salve e.p.
sulla sua premessa le dico subito che non sono d'accordo, che fascismo(almeno quello che intento io) e nazismo siano differenti.
Il fascismo, in Italia, è stato una forte costola del nazismo e, seppure in modo più lieve aveva gli stessi metodi : varo delle leggi razziali, persecuzione per chi aveva opinioni diverse,divieto di libera espressione,violenza e guerra per saltare sul carro dei "vincitori" per una politica imperialista.
Io rispetto le sue opinioni,mi fa piacere il confronto e mi dispiace che si offenda, ma l'avatar è rivolto soprattutto alla storia italiana del 900 centrale, dove le svastiche erano in bella mostra su tutto il territorio italiano,ergo non è affatto un lapsus ma serve per non dimenticare.
Sulle donne concordo con lei, quello che dovrebbe contare è la competenza che ,spesso, specie in politica non è valorizzata.
Inoltre mi riferivo all'universo femminile più in generale che questo governo sembra aver dimenticato.
Per quanto riguarda le donne in parlamento e al governo ,mi sembra che nella destra si privilegiano più altre "qualità" che non la competenza propriamente specifica.
Neanche io sono d'accrdo sulle quote rosa che sembrano un contentino o peggio una "discriminazione" ma il problema esiste per lo strapotere maschilista in politica.
La sinistra ultimamente cerca di ovviare e valorizza le sensibilità femminili competenti.
Non si può dire lo stesso della destra, cifre alla mano.
Compenza, serietà e onestà certamente, ma non è possibile che queste qualità in politica, ma anche in altri settori, le si trovi in poche donne.
Poi i servizi per conciliare tempi di lavoro e famiglia sono indispensabili, questo governo sembra averli, per il momento, accantonati.
Saluti.

E.P. ha detto...

Capisco la sua opinione e non concordo, ma il confronto è questo no?

P.S. Noti che l'unica candidata premier delle elezioni precedenti fu Daniela Santanchè (La Destra).

con rispetto.

alfa ha detto...

Passavo di qui. Davvero un bel blog. Tornerò!

P.S.

Ma una donna non deve andare al governo perchè donna, ma perchè competente. Se non lo è deve stare a lavare i piatti e ad accudire i figli

Questo bisognerebbe dirlo alla Carfagna...

Miryam ha detto...

Certo e.p. il confronto è questo ed è importante, ma non mi ha spiegato perchè, secondo lei , il nazifascismo non sia una parola composta.
Rispetto alle mie critiche alla destra in fatto di valorizzazione femminile ,mi riferio soprattutto alla "destra" berlusconiana.
In quanto alla destra di Storace che ha candidato la Santanchè, pur non paragonandola con le "donnine" di Berlusconi, durante la campagna elettorale mi sembrava più che partecipasse a sfilate di moda che a convegni e comizi politico/elettorali.
Buona serata

Miryam ha detto...

Ciao alfa, benvenuto.
Mi fa piacere se torni.
Ho dato uno sguardo al tuo blog, SENSAZIONALE,complimentoni.
Una bomba l'articolo del "servo" Facci sulla Carfagna. (ma che è successo, ha litigato con Berlusca, oppure gli è tornato un barlume di orgoglio?).
In quanto alla Mara, oltre ai piatti da lavare, siamo un pò più buoni, continuasse a fare la velina categoricamente sulla mediaset(ta).
Ciao!!!

Franca ha detto...

@ e.p.

Sbagliato!
Come candidata premier c'era pure Flavia D'Angelo di Sinistra Critica

"L'uomo è uomo quando non è testardo. Quando capisce che deve fare marcia indietro e la fa. Quando riconosce un errore commesso, se ne assume le responsabilità, paga le conseguenze e chiede scusa. Quando riconosce la superiorità di un altro uomo e glielo dice. Quando amministra e valorizza nella stessa misura tanto il suo coraggio quanto la sua paura." (da "Il Sindaco del Rione Sanità" Eduardo De Filippo)

Un pò di cambiamenti

Curando un altro blog di politica "La sinistra che Vogliamo " insieme ad un gruppo di amici blogger,questo blog è in effetti una "fotocopia" dell'altro.Per tale motivo ho deciso di apportare alcuni cambiamenti soprattutto nei contenuti.
La politica analizzata criticamente,secondo il mio punto di vista, sarà sempre presente ma,accanto ad essa cercherò di discutere anche di altre tematiche che riguarderanno la società e l'individuo,il pensiero speculativo antico e moderno,i problemi del nostro tempo che possono anche travalicare il campo della politica come "fatto" in se.
Spero di essere compresa da chi mi legge
B L O G I N
R I S T R U T T U R A Z I O N E

VASCO ROSSI _BASTA POCO_