“Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui sollevato perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti e io non dissi niente perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me e non c’era rimasto nessuno a protestare”. (Bertolt Brecht)

venerdì 6 giugno 2008

Berlusconi firma nel primo consiglio dei ministri per il reato di clandestinità, poi fa marcia indietro.




SIAMO ALLE SOLITE!!!

Il Presidente del Consiglio alla fine lo saprà cosa vuole, cosa si deve fare, come bisogna affrontare i problemi?

Un giorno dice una cosa, poi cambia idea, poi dice che non è una marcia indietro ma solo una sua opinione. Il popolo bue , come al solito, cambia opinione insieme a lui, solo i leghisti , bisogna ammetterlo, sono coerenti nel loro razzismo.
Ma in politica le opinioni , del Capo del Governo per giunta, contano oppure no?


Una domanda è d'obbligo - Qual è la differenza tra le decisioni di un esecutivo di governo e le opinioni personali del suo presidente del Consiglio, cioè di colui che guida quell'esecutivo?-
Personalmente ritengo il reato di clandestinità una grande bluff, preso a modello dalla Lega Nord solo per gettare fumo negli occhi ai suoi elettori poiché, dopo averli fomentato per un puro calcolo elettorale ingigantendo a dismisura qualsiasi fatto criminoso con protagonisti gli immigrati e sotto tacendo su tutti gli altri reati commessi da italiani, Maroni e & soci devono , ora, per forza di cose dare un segnale alla gente, per non farsi dire poi , come in effetti è, di averli presi per il se..... Il ministro Maroni dovrebbe capire che non è solo il ministro degli interni del nord, ma di tutta l'Italia ed in Italia non esiste solo l'emergenza sicurezza contro l'immigrato, ma ci sono la microcriminalità organizzata e non, la mafia, la camorra che in questi giorni sta alzando il tiro in Campania, la 'ndrangheta e la sacra corona unita ,queste organizzazioni criminali non riguardano solo il sud ma anche il "civile" nord che con la camorra ci fa gli affari, vedi traffico di droga, gestione rifiuti tossici da scorie industriali del nord ed in special modo del nord-est. Il reato di clandestinità, non risolverà nulla, aggraverà i problemi della giustizia con ulteriori rallentamenti dei processi ,inoltre viola i diritti umani: punisce ciò che si è non ciò che si fa......

Pertanto sono d'accordo per stavolta con Berlusconi sul reato di clandestinità, esso al massimo può essere considerato un'aggravante in caso di violazione della legge . Ma il problema è che il presidente del Consiglio, oggi dice una cosa e domani un'altra, forse ci ha ripensato perché le gerarchie vaticane hanno giustamente (e cosa potevano fare con chi perseguita i più deboli?) criticato queste posizioni razziste e di Stato fascista. Ma chissà come andrà a finire , forse cambierà di nuovo idea, per far piacere alla Lega, ormai è un ostaggio nelle mani di quei razzisti che per far politica e detenere il potere cavalcano le paure della gente, innescano odio e trattano gli immigrati, quando non gli servono per sfruttarli, non come persone ma come bestie, non fanno e non capiscono cosa siano le politiche di accoglienza e di integrazione. Non si riesce a far passare il messaggio che non tutti gli immigrati sono delinquenti e che i criminali vanno puniti indipendentemente dalla loro etnia.
In Italia basterebbe far funzionare le leggi che ci sono, punire i criminali con la certezza della pena e punire anche gli imprenditori sfruttatori degli immigrati, promuovere politiche comunitarie di integrazione per far funzionare l'apparato sociale .

Come andrà a finire per ora non è dato saperlo. E come si potrebbe ?
L'opposizione dal canto suo grida vittoria, secondo me, troppo in fretta.
L'opposizione, che difetta moltissimo in tema di comunicazione, dovrebbe essere più incisiva nel mettere in risalto le contraddizioni quotidiane di questo governo. Veltroni sveglia, troppa pennichella fa male.






2 commenti:

lottery tickets ha detto...

that doesn't happen everyday. wish you all the best.

miryam ha detto...

Unfortunately, today this is the best ... and we just made bad

"L'uomo è uomo quando non è testardo. Quando capisce che deve fare marcia indietro e la fa. Quando riconosce un errore commesso, se ne assume le responsabilità, paga le conseguenze e chiede scusa. Quando riconosce la superiorità di un altro uomo e glielo dice. Quando amministra e valorizza nella stessa misura tanto il suo coraggio quanto la sua paura." (da "Il Sindaco del Rione Sanità" Eduardo De Filippo)

Un pò di cambiamenti

Curando un altro blog di politica "La sinistra che Vogliamo " insieme ad un gruppo di amici blogger,questo blog è in effetti una "fotocopia" dell'altro.Per tale motivo ho deciso di apportare alcuni cambiamenti soprattutto nei contenuti.
La politica analizzata criticamente,secondo il mio punto di vista, sarà sempre presente ma,accanto ad essa cercherò di discutere anche di altre tematiche che riguarderanno la società e l'individuo,il pensiero speculativo antico e moderno,i problemi del nostro tempo che possono anche travalicare il campo della politica come "fatto" in se.
Spero di essere compresa da chi mi legge
B L O G I N
R I S T R U T T U R A Z I O N E

VASCO ROSSI _BASTA POCO_