“Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui sollevato perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti e io non dissi niente perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me e non c’era rimasto nessuno a protestare”. (Bertolt Brecht)

sabato 7 giugno 2008

DISTRUGGERE LA CAMORRA, LIBERARE LA VITA




Manifestazione del Governo ombra a Casal di Principe, con Walter Veltroni.Sabato 7 giugno Walter Veltroni e i rappresentanti del Governo Ombra del Pd Marco Minniti (Interni), Lanfranco Tenaglia (Giustizia), Pina Picierno (Politiche Giovanili), capolista del Pd in Campania, e i rappresentanti del Pd campano, dedicheranno una giornata di manifestazioni ed incontri al problema del ripristino della legalità, contro la camorra, che culminerà in una manifestazione pubblica con i cittadini di Casal di Principe e del casertano per riportare la legalità nel territorio campano.
Una GRANDE INIZIATIVA , far sentire forte e chiaro il grido di una grande formazione politica
contro il potere camorrista.
Auspico una grande riuscita, spero che ci saranno in seguito altre iniziative simili a Casal d. P. e in altre zone campane infestate dal potere politico-mafioso.
Sono vicina ed esprimo la mia solidarietà al popolo onesto di Casale che rappresenta la maggioranza dei cittadini.
CONTRO OGNI CAMORRA, CONTRO OGNI CONNUBIO POLITICA-CAMORRA, PER LA VITA E PER LA LIBERTA'.
"Nessun futuro senza lotta alla camorra"
"Non ci può essere politica se non si afferma il diritto alla legalità"

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Combattere la Camorra?
Come?
A parole:tutto è facile! Nei fatti, però,diventa tutto difficile: semprecché non si ha voglia di lottare contro i " mulini a vento".
La camorra è peggio della " Primula Rossa" e della " Piovra" messe insieme: tutti la cercano e nessuno sa dove sta; ha cento teste, e, se ne tagli una, ne spuntano cento altre.
Ma, il guaio maggiore contro cui si dovrebbe combattere per estirparla sono le collusioni che la " Camorra" ha:è collusa con la " casta"; è collusa con le altre mafie;si dice che sia anche collusa con i due poteri fondamentali:quello spirituale e quello temporale.
Immaginate Voi se possa essere mai combattuta con una dimostrazione di piazza?
Da buoni napoletani i" camorristi" ci rideranno sopra!
Però, è ciò che vuole Veltroni!
Venga fatta,quindi, ancora un'altra cosa inutile,però:appariscente. Per certa gente sono le apparenze che contano:anche se in sostanza la conclusione sarà deludente.-

Miryam ha detto...

Caro anonimo,ti rispondo con un pensiero di Giovanni Falcone sulla mafia " La mafia è un fenomeno umano e come tale destinato a finire" Lo stesso vale per la camorra.
Certo che se lo Stato getta la spugna, c'è poco da fare, la peggio della Primula Rossa" e della la " Piovra" messe insieme avrà la vittoria dalla sua, come è stato finora. Dici che le manifestazioni non servono? Non sono d'accordo, diciamo che oltre alle manifestazioni che tengono alto il problema verso l'opinione pubblica e sevono a farne parlare e non finire per essere "dimenticato"come qualcuno vorrebbe, serve anche altro.
Servirebbe una pulizia generale: politici, imprenditori, forze dell'ordine compresi questori e prefetti in odore di camorra e mafia dovrebbero essere tenuti lontano dalle istituzioni. I partiti politici dovrebbero liberarsi di certe figure ingombranti. Così non è. Ci sono deputati sotto inchiesta per collusioni con la camorra, invece di essere allontanati vengono promossi a presiedere commissioni o a cariche importanti.Nell'attuale governo vi sono molti esempi.
Ti sbagli su Veltroni, non è solo appariscenza. Insieme alla manifestazione, ripeto importante, Il Pd ha presentato due proposte al ministro degli interni.Un patto per la sicurezza per il territorio di Caserta e provincia, sull'esempio di quanto già realizzato per le aree metropolitane; e l'istituzione della stazione unica appaltante al fine di affidare alle Prefetture il controllo delle gare di appalto per tutti i lavori, servizi e forniture di interesse pubblico locale, così come sperimentato con successo a Crotone". Non mi sembra che queste proposte siano solo "appariscenze".
Sarebbe stato, invece, una gran bella cosa se con Veltroni ed il PD a Casal di Principe avessero partecipato anche i deputati campani del PDL. Ma , forse, non potevano farlo. Saluti.

Anonimo ha detto...

Miriam,
condivido in parte ciò che tu scrivi, però, ricordati che la Camorra esisteva anche al tempo di Ferdinando II° di Borbone,
e nemmeno il Marchese Raffaele Ajossa, valido ministro di Stato del Borbone, è riuscito ad annullarla.
Immagina se può essere sconfitta da coloro che con essa sono collusi!
La camorra, a mio avviso, può solo essere contrastata nei suoi interessi più importanti:droga,commerci proibiti, prostituzione. Operando in modo che tutto ciò che viene riciclato in loco, costituisca un arricchimento da parte dello Stato, attraverso il sequestro dei beni dei camorristi.
Tutto il resto: lascia il tempo che trova,e ,ripeto," farà solo ridere i camorristi"!.
......se, poi, ci vogliamo illudere:siamo liberi di fare pure ciò.
Ciao.-

Miryam ha detto...

La camorra, da un importante studio di fine Ottocento (G. Alongi) è stata considerata un relitto storico.Senza scomodare i Borboni, che hanno anche loro le loro colpe, se è per questo nel 1915 l'allora capo della camorra Del Giudice la dichiarò sciolta ed il fascismo si vantò della sua soppressione. Ma neanche il duce riuscì a ad eliminarla, anche perchè
doveva dedicarsi ad altri guasti sociali, non meno gravi della camorra.
Concordo con alcuni tuoi concetti , soprattutto perchè mi sembra che, forse, il problema del potere criminale ti stia a cuore almeno quanto me che sono napoletana (lo sei forse anche tu?)e la combatto come posso da sempre, anche perchè la mia famiglia l'ha sempre fatto, l'anticamorra sta nel nostro DNA.
Anche per questo io spero o, forse, mi illudo come dici tu, di vedere un giorno la mia terra libera da questa cancrena. Sarò forse una sognatrice, spero di no, ma mi piace sognare.
Oltre a ciò che dici, il sequestro dei beni alla camorra,che pure viene fatto, bisogna combattere ogni collusione con le istituzioni.
In questo ,oltre alle forze dell'ordine e alla magistratura, molto possono fare i partiti, escludendo i collusi che si conoscono.
Ancora molto devono fare le scuole, le associazioni, la Chiesa, combattere il potere camorristico anche dal punto di vista "culturale" estirpando certe mentalità radicate, soprattutto nelle giovani generazioni.
Aggredire il fenomeno, insomma, da più punti di vista.
Certo è ancora poco quello che si fa, ma ho trovato importante la venuta di Veltroni a Casal di Principe, proprio perchè si tratta di una parte politica ed è bene chiarire che, almeno il suo leader e parte del gruppo dirigenziale vuole davvero impegnarsi in questa lotta, come già annunciato in campagna elettorale.
E poi è sempre bene tenere desta l'opinione pubblica.
Sarà poco? Sarà una goccia nel mare? Forse si, ma sempre meglio di niente o di stare zitti e guardare. Saluti

Anonimo ha detto...

.....sono calabrese e conosco i danni che ha fatto e continua a fare la " ndrangheta" in Calabria:
"ndrangheta" che è figlia della " Camorra",
e con essa collegata!Quindi, immagina, come pure a me sta a cuore la soluzione di tanto problema.
In " Affari Italiani" ci siamo scambiati, pure, alcuni punti di vista; ed è attraverso " Affari Italiani" che ho conosciuto il tuo " blog", che trovo interessante. Avrai, quindi, modo di......avermi, ancora, fra i piedi!
Saluti.-

Miryam ha detto...

Ti ringrazio per l'apprezzamento del blog. L'avevo aperto da un pò ma non l'ho curato, ho deciso di farlo per dare una mano, nel mio piccolo,da quando vedo solo miserie per l'Italia.
Non è che prima andava tutto bene intendiamoci,il centrosinistra ha molte colpe.
Ma questa deriva berlusconiana provocherà danni maggiori, sempre secondo la mia opinione.
Io spero che risorgerà il sole per il sud. A volte penso, con una terra così bella, una posizione geografica invidiabile per le regioni del sud,con delle risorse che non hanno al nord, come volerebbe la nostra economia se ci liberassimo dalla criminalità organizzata, se la classe politica, aldilà delle posizioni "ideologiche", fosse a maggioranza onesta e innamorata, come noi, della propria terra e delle proprie radici.
Mi fa piacere che visiti il mio blog,anche ogni tanto, avremo modo di confrontarci e scambiare opinioni, come in Affari italiani, ove non sempre è possibile confrontarsi serenamente. Ciao

Anonimo ha detto...

Miriam,
l'argomento è molto più scottante di quanto tu stessa, con la tua preparazione, possa immaginare. E, non dimenticare quanto io, in questo momento, ti dico: ruotano intorno a Mafia, Ndrangheta e Camorra affari illeciti che, sembra, immettano nel circuito finanziari italiano un riciclaggio di capitali pari all'undici per cento del PIL nazionale.Non credi che in questo giro d'interessi si sia immessa anche la politica?
Se, quanto si dice in giro, è vero, allora: come si può sperare che le varie mafie scompaiano del tutto?
Ecco perchè l'unico deterrente che può mitigare il loro strapotere è costituito dal sequestro dei beni in mano alle " cosche"! Anche se il maggiore utile che arriva alle varie " famiglie" è determinato dal riciclaggio del denaro sporco. Ma, il discorso è troppo lungo.
Ciao.-

Miryam ha detto...

Certamente che la criminalità organizzata è collusa con la politica ed io penso che, purtroppo, anche con parte delle forze dell’ordine e anche altri poteri, per questo ha lunga vita e non si riesce a sconfiggerla. Arrivano dovunque, hanno i basisti sul loro libro paga. Conosco delle realtà territoriali da urlo, gente che si è arricchita esageratamente nel giro di pochi anni ,speculazioni e abusi edilizi milionari, tutto sotto gli occhi di chi ci dovrebbe difendere.
Non posso dirti di più ma ti giuro che la realtà è davvero miserabile per chi la guarda con gli occhi dell’onestà e vive, con dignità del proprio lavoro.
Il sequestro dei beni , è fondamentale come dici tu, ma non basta, bisogna arginare le connivenze,i voti di scambio, la lotta al traffico di droga ecc. ecc. Forse si dovrebbe fare una legge che tenga sotto segreto le testimonianze dei cittadini, lo dovrebbe sapere solo il magistrato e trovare un modo per non esporre i cittadini, la gente non è omertosa, non parla perché ha paura, ed ha paura perché le istituzioni non garantiscono. Ultimamente i casalesi clan, hanno ricominciato a terrorizzare.
Poi bisognerebbe combattere la disoccupazione che è una delle cause dell’inglobamento di givani gregari che poi, una volta entrati nel sistema si candidano per l’ascesa criminale.
Per questo dicevo che condividevo Veltroni nel prendere posizione contro i camorristi, sperando che continui davvero in questa lotta e che non sia solo per propaganda politica.
Non bisogna mai abbassare la guardia. Ciao.
P.S. Se ti va ti potresti firmar anche con il solo nome omettendo il cognome, solo perché mi sembra strano dialogare con te e non sapere almeno come ti chiami. Ma solo se vuoi, altrimenti fa lo stesso. Saluti

"L'uomo è uomo quando non è testardo. Quando capisce che deve fare marcia indietro e la fa. Quando riconosce un errore commesso, se ne assume le responsabilità, paga le conseguenze e chiede scusa. Quando riconosce la superiorità di un altro uomo e glielo dice. Quando amministra e valorizza nella stessa misura tanto il suo coraggio quanto la sua paura." (da "Il Sindaco del Rione Sanità" Eduardo De Filippo)

Un pò di cambiamenti

Curando un altro blog di politica "La sinistra che Vogliamo " insieme ad un gruppo di amici blogger,questo blog è in effetti una "fotocopia" dell'altro.Per tale motivo ho deciso di apportare alcuni cambiamenti soprattutto nei contenuti.
La politica analizzata criticamente,secondo il mio punto di vista, sarà sempre presente ma,accanto ad essa cercherò di discutere anche di altre tematiche che riguarderanno la società e l'individuo,il pensiero speculativo antico e moderno,i problemi del nostro tempo che possono anche travalicare il campo della politica come "fatto" in se.
Spero di essere compresa da chi mi legge
B L O G I N
R I S T R U T T U R A Z I O N E

VASCO ROSSI _BASTA POCO_