“Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui sollevato perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti e io non dissi niente perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me e non c’era rimasto nessuno a protestare”. (Bertolt Brecht)

domenica 12 luglio 2009

Beppe Grillo si Candida alle primarie del PD:"finalmente è sceso in campo"


Si tratta di "una cosa serissima. Mi iscrivo al partito e raccoglierò tutte le 2000 firme." Questa la sintesi delle parole di Beppe Grillo: parole prima scritte sul suo blog, poi confermate ufficialmente.
Non si tratta, sostiene, di una provocazione, ma di una "cosa serissima", visto che il partito merita una riforma profonda. Grillo vuole essere il quarto candidato, dopo Franceschini, Marino e Bersani.


Tempo fa, feci una riflessione, tra l'altro scrissi che la sinistra, compreso il PD, non era l'opposizione che mi sarei aspettata, non solo sulla base del mio pensiero, ma di un humus che toccavo concretamente,sia nella realtà della vita vissuta sia in rete.....


Oggi , anche alla luce di questa notizia , credo che l'opposizione stia toccando il fondo .....


...con scelte, posizioni...e lascia fare l'opposizione ai comici (cui spetta la libertà di usare qualsiasi linguaggio, sia pure contro il Papa) non sa fare pulizia al suo interno. La sinistra non dialoga con la gente e questa sua mancanza grave lascia gli italiani nelle mani di "prestigiatori". Una sinistra arroccata non starà mai nè in cielo, nè in terra.

Sta nel mezzo, tra cielo e terra , ancora non sa dove approdare.

La situazione in cui versa il nostro Paese è anche per queste enormi colpe!

Che sia Grillo il "messia" ????...................

9 commenti:

stella ha detto...

Sono molto perplessa, cara Miryam.

Anna ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anna ha detto...

Credo che non ci voglia una qualifica per diventare un bravo politico, altrimenti non potrebbe mai essere rappresentativa di tutte le classe sociali, ma solo di una parte di essa...penso che Grillo potrebbe essere un ottimo politico...il problema non è che lui è un comico, ma piuttosto che è un vero politico e questo nella nostra società malata e corrotta non è ammissibile, per cui ho tanta paura che PD+PDL, di concerto, non gli permetteranno mai di mettere in atto questo grande progetto...ricordiamoci una cosa, nessuno è perfetto (Grillo compreso) ma se la democrazia è forte ha in se tutti gli anticorpi per proteggersi e proteggerci, ma se la democrazia è ridotta in ginocchio, come lo è ora, allora è inutile sentirsi smarriti perché Grillo scende in campo, perché Grillo è tutto fuorché un problema per il nostro paese, ci sono ben altre persone che stanno distruggendo questo paese e se un Grillo "scende in campo" non può essere altro che una risorsa e una speranza ma di sicuro mai un problema, indipendentemente se si ama o non si ama Grillo, ma pensando obiettivamente al bene del nostro paese e della nostra democrazia!
Cara Miryam ti chiedo scusa se il mio discorso è troppo "appassionato", ma rispondendo a Stella le dico che ci sono ben altre cose nella vita per cui restare perplessi...come quando sento il Capo dello Stato parlare di "Guerra tra procure" oppure addirittura quando in determinati momenti, vitali per la nostra democrazia, non gli sento dire nulla...ecco sono queste le cose che mi lasciano perplessa...ma un Beppe Grillo capo del PD non mi lascia perplessa, semmai mi lasciano perplessa i tanti "strani" comportamenti del PD, ecco questo più che perplessa mi lascia sgomenta, perché senza un vero partito d'opposizione non ci perdono solo i suoi elettori, ma ci perde tutto un intero paese, elettori del PDL compresi, lasciando così un intero paese in balia di un solo partito, anzi di un solo uomo, alla faccia della Costituzione e del bilanciamento dei poteri!!!

Miryam ha detto...

Cara Anna, io concordo con la tua analisi di fondo.
La perplessità non è per il solo Grillo in se, ma per questo Pd che non da segni di voler uscire da questa forte stagnazione, pericolosa e devastante.
Io sono molto critica con questo partito che non vuole capire il momento di dissolvenza in cui ci troviamo.
Dobbiamo tuttavia ammettere che si tratta del maggior partito di opposizione e bisogna che da più parti venga un incitamento a farlo uscire dal "dormitorio" volontario o involontario, questo non l'ho ancora capito.
Il problema non è Grillo,( mi ritrovo in molte sue analisi e denunce), ma sono le condizioni che hanno reso possibile l'uscita e poi questa ventilata candidatura del comico genovese.
E poi, tu credi, che i "sergenti" del Pd glielo permetteranno?
Sentita la dichiarazione di Fassino'
Fassino, parla proprio colui che è uno dei responsabili di questa crisi della politica, lui che ha guidato la transizione Ds tra le braccia della margherita.
Sul presidente Napolitano,non mi sento di criminalizzarlo, il suo ruolo è super partes, lo sta efficacemente incarnando.
Non credo potrebbe fare diversamente in un Paese in cui ,quasi tutti, hanno gettato la spugna.
Io sono alquanto pessimista soprattutto sui tempi.
Credo che usciremo da questo " porcile" ma non subito.
Un abbraccio!

Miryam ha detto...

@ Stella
Perplessità condivisa, soprattutto su questa opposizione ballerina!
Ciao tesoro e di nuovo, buone vacanze!

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

Io credo che cmq resti una provocazione. Cmq vedremo se intanto gli daranno la tessera e in tal caso che programma proporrà.

Miryam ha detto...

@Daniele

Nel Pd sono,oramai, ineluttabilmente, alla comica finale.

E non mi riferisco a Beppe Grillo, di cui condivido alcuni suoi cavalli di battaglia ( parlamento pulito,due legislature e poi a casa,etc, etc), ma a questo partito che non ha voglia di crescere e per la sua incapacità sta portanto la società italiana verso il baratro.
Cmq e se Grillo fosse l'asso vincente?
Vedremo gli sviluppi...

Ciao Daniele!

logos nella nebbia ha detto...

Non concordo con la candidatura di Grillo. L'ho scritto sul mio blog. Il motivo è semplice, quali sono le sue idee?
Ed è questo il modo di candidarsi?
Abbiamo bisogno di persone serie in parlamento e alla guida di un partito di sinistra.
Io potrei un domani concordare con questa scelta, ma vorrei vedere serietà, sapere che Italia vuole.

Miryam ha detto...

@ Lorenzo

Per il momento sono scettica... l'ho appena scritto nel tuo blog, commentando il tuo post.

Ad ora mi sembra la solita boutade... ma mai dire mai...

Piuttosto che stare a guardare può darsi si dia una spinta...
Magari con questa " trovata" i dirigenti Pd forse capiranno il baratro che hanno contribuito a scavare nella società.
Il programma o presunto tale è sul suo blog.

Bah... vedremo!

"L'uomo è uomo quando non è testardo. Quando capisce che deve fare marcia indietro e la fa. Quando riconosce un errore commesso, se ne assume le responsabilità, paga le conseguenze e chiede scusa. Quando riconosce la superiorità di un altro uomo e glielo dice. Quando amministra e valorizza nella stessa misura tanto il suo coraggio quanto la sua paura." (da "Il Sindaco del Rione Sanità" Eduardo De Filippo)

Un pò di cambiamenti

Curando un altro blog di politica "La sinistra che Vogliamo " insieme ad un gruppo di amici blogger,questo blog è in effetti una "fotocopia" dell'altro.Per tale motivo ho deciso di apportare alcuni cambiamenti soprattutto nei contenuti.
La politica analizzata criticamente,secondo il mio punto di vista, sarà sempre presente ma,accanto ad essa cercherò di discutere anche di altre tematiche che riguarderanno la società e l'individuo,il pensiero speculativo antico e moderno,i problemi del nostro tempo che possono anche travalicare il campo della politica come "fatto" in se.
Spero di essere compresa da chi mi legge
B L O G I N
R I S T R U T T U R A Z I O N E

VASCO ROSSI _BASTA POCO_