“Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui sollevato perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti e io non dissi niente perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me e non c’era rimasto nessuno a protestare”. (Bertolt Brecht)

domenica 5 luglio 2009

Scontri a Vicenza... ormai in Italia non è più possibile manifestare!

In Italia è ancora possibile manifestare contro decisioni governative che non sono accettate dalle popolazioni coinvolte?

La base, perchè è una nuova base vera e propria, non un allargamento , come si vuol far credere diventerebbe la più grande di Europa.

Un punto di partenza per i bombardieri americani diretti a Est e verso il Medio Oriente dotati di armi, di cui non si escludono anche quelle atomiche.

Inoltre diventerebbe il primo bersaglio di un attentato terroristico o di un'azione di guerra contro gli Stati Uniti e quindi l' Italia coinvolta in prima linea. La base andrebbe addirittura chiusa, non raddoppiata.

Si vuole la pace... ma si continua a "costruire" per la guerra....che grande contraddizione!

I cittadini di Vicenza hanno il diritto di difendere il proprio territorio!

Io sono con loro...la mia solidarietà è totale.

Il governo deve ascoltare le ragioni delle manifestazioni , non deve solo dare ordini di repressione.

E poi ... la manifestazione era pacifica, c'erano soprattutto i cittadini che non vogliono subire in silenzio!

Certo non voglio paragonare l'Italia all' Iran di Mahmud Ahmadinejad... ma se ci indigna la repressione di questi "talebani"...a maggior ragione vanno condannati questi "semi " acerbi repressivi che potrebbero germogliare ciuffi di "erbaccia" cattiva e "maleodorante".

Bisogna stare attenti e non far passare tutto sotto silenzio.

Il silenzio, talvolta, uccide più di mille parole e il risveglio potrebbe essere devastante!

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao, ti ricordi ci siamo incontrati l'altro giorno a casa di un nostro comune amico,e discutendo di politica mi hai detto del tuo blog,dandomi delle indicazioni ed io l'ho trovato sul motore di ricerca.
Molto interessanti i temi che tratti, anche se io, come sai, non sono completamente d'accordo.
ad esempio , la base americana deve essere per forza fatta, sono stati presi degli accordi che l'Italia deve rispettare , è inutile che si manifesti.
Tanto, comunque la si costruirà per via di accordi, non si può tornare indietro , la credibilità dell'Italia andrebbe a farsi friggere. Lo capisci?
Ma perchè siete così duri nel comprendere certe situazioni?
Ti saluto. S. D.

stella ha detto...

...e chi tace, acconsente!

Pino ha detto...

Proprio cosi!!!
:(

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Ci sarà da "ridere" a L'Aquila....

logos nella nebbia ha detto...

Concordo su quanto scrivi, l'impossibilità di manifestare in questo paese,ciò deriva dal fatto che al governo abbiamo leghisti e fascisti, un mix peggio del '22.
Detto ciò ci è anche impedito il dissenso, l'accusa del complotto giornalistico èuna prova palese di quanto io affermi.
Non basta, a tutto ciò, secondo il 1/2 dei G8 fa dichiarare dal governo che esiste un complotto internazionale che, tramite la stampa europea, complotta contro di lui. Non penso nemmeno più che sia un pericolo per la democrazia, penso invece che sia un pericolo per noi italiani...ma tanto noi abbiamo il calcio e le veline.

@ Daniele il rock poeta:
Ci sarà da "tremare" al G8

Lorenzo

Miryam ha detto...

@ S.D.
Non si tratta di durezza, ma di lottare per le proprie idee.
La base i cittadini non la vogliono, hanno almeno il diritto di manifestare ed essere ascoltati...
Ed i governi prima di prendere decisioni dovrebbero essere più responsabili...
Non era Bossi che diceva " Padroni in casa nostra" ? Com è questa "massima" vale sempre o solo in talune situazioni?


@ stella
Per questo dobbiamo "urlare"!


@ Pino
Amarezza!

@ Daniele e Lorenzo
Il G8 si sta già rivelando una grande "farsa", prima ancora di iniziare...
Il governo italiano va alla ricerca del "complotto"...perchè mai?
Speriamo cmq non ci saranno scontri...

"L'uomo è uomo quando non è testardo. Quando capisce che deve fare marcia indietro e la fa. Quando riconosce un errore commesso, se ne assume le responsabilità, paga le conseguenze e chiede scusa. Quando riconosce la superiorità di un altro uomo e glielo dice. Quando amministra e valorizza nella stessa misura tanto il suo coraggio quanto la sua paura." (da "Il Sindaco del Rione Sanità" Eduardo De Filippo)

Un pò di cambiamenti

Curando un altro blog di politica "La sinistra che Vogliamo " insieme ad un gruppo di amici blogger,questo blog è in effetti una "fotocopia" dell'altro.Per tale motivo ho deciso di apportare alcuni cambiamenti soprattutto nei contenuti.
La politica analizzata criticamente,secondo il mio punto di vista, sarà sempre presente ma,accanto ad essa cercherò di discutere anche di altre tematiche che riguarderanno la società e l'individuo,il pensiero speculativo antico e moderno,i problemi del nostro tempo che possono anche travalicare il campo della politica come "fatto" in se.
Spero di essere compresa da chi mi legge
B L O G I N
R I S T R U T T U R A Z I O N E

VASCO ROSSI _BASTA POCO_